Wondernet Magazine
Benessere LIFESTYLE

Oli essenziali: quali utilizzare per la casa, la bellezza e il benessere

oli essenziali
Per profumare gli ambienti, per aromatizzare la biancheria, per effettuare massaggi rilassanti, per arricchire lozioni o bagnoschiuma: gli oli essenziali hanno molteplici utilizzi. In commercio sono facilmente reperibili, ne esistono di tantissime profumazioni diverse e tutti hanno proprietà specifiche.

Oltre al gusto personale e allo scopo per cui vengono acquistati, l’unica linea guida preliminare all’acquisto è accertarsi di non essere allergici ai principi attivi contenuti all’interno, qualunque sia il loro metodo di utilizzo. Pur essendo naturali, infatti, gli oli essenziali possono comunque dare luogo a tossicità acuta o cronica. Possono essere adoperati in diverso modo e per diversi scopi. Conoscerli significa anche utilizzare quelli più indicati, visto che ciascuno di loro trova applicazione specifica. A differenziarli tra loro, dunque, non sono solo il colore e il profumo!

Oli essenziali: cosa sono

oli essenziali
Pixabay

Gli oli essenziali sono composti di origine vegetale, ottenuti per estrazione. In realtà sono sostanze presenti sotto forma di minuscole goccioline nei petali dei fiori, nella buccia di alcuni frutti, nella corteccia degli alberi, nelle resine delle erbe e piante aromatiche, che vengono poi rese solubili in olio.

Come usare gli oli essenziali

Gli oli essenziali possono essere applicati direttamente sulla pelle, diffusi, inalati.

Nel primo caso, si procede applicando poche gocce di prodotto sui polsi, sulle tempie o dietro le orecchie e facendo un leggero massaggio. Nel secondo caso, viene mescolato all’acqua e respirato, di solito attraverso i comuni diffusori molto in voga ultimamente. Il terzo caso è utile soprattutto in caso di sintomi influenzali o affezioni respiratorie, perché i suffumigi hanno un effetto più immediato rispetto all’utilizzo nel diffusore.

I mille usi degli oli essenziali: a ciascuno il suo

oli essenziali
Pixabay

Gli oli essenziali sono molto impiegati per aiutare e risolvere piccoli problemi di salute. Ce n’è davvero per ogni situazione, dalla tosse alle ferite alle eruzioni cutanee. Ad esempio:

  • la lavanda è nota soprattutto per le sue proprietà anti-infiammatorie e lenitive;
  • la melaleuca è un alleato della pelle, indicato per trattare acne ed herpes labiale, perché simile al perossido di benzoile solitamente usato per questi problemi dermatologici;
  • la menta piperita ha proprietà stimolanti;
  • l’eucalipto, essendo anti-infiammatorio ed espettorante, è molto utile in caso di sinusite;
  • salvia, melissa e camomilla hanno delle proprietà rilassanti e funzionano come sedativi naturali, dunque favoriscono il riposo notturno per chi soffre di insonnia. Basta versarne qualche goccia sul cuscino prima di andare a dormire;
  • arancio, cedro e camomilla sono molto lenitivi;
  • il pepe nero favorisce la digestione;
  • la vaniglia funge da antistress naturale, perché agisce sui livelli di cortisolo, inducendo alla tranquillità.

Ma gli utilizzi degli oli essenziali riguardano anche l’attività domestica:

  • il geranio è molto indicato contro le zanzare, sia applicato direttamente sulla pelle che diluito in una crema oppure tramite diffusore;
  • limone, patchoulli e palissandro si possono impiegare contro gli insetti che infestano gli ambienti;
  • la menta poleggio è ottima contro le pulci che affliggono gli amici a quattro zampe.

Articoli correlati

Pasti a domicilio e spesa alimentare: gli italiani sempre più “digital”

Redazione

La luce dei cristalli Swarovski accende di magia il Natale di Milano con il Digital Christmas Tree

Anna Chiara Delle Donne

L’inno body positive di Pink, Addison Rae e Arisa, che in bikini mostra fiera smagliature e pancetta

Giusy Dente

Lascia un commento