Wondernet Magazine
MODA

Dior e Kenny Scharf: la collezione Pre-Fall 2021 nata dalla collaborazione con l’artista statunitense

Dior e Kenny Scharf, connubio tra Moda e Arte
Il connubio tra Moda e Arte non è una novità. Diventa esplicito per la prima volta nella storia della moda nei lontani anni Trenta, grazie alla collaborazione tra Elsa Schiaparelli e Salvador Dalì. Da quel momento in poi, stilisti dal calibro di Yves Saint Laurent, Pepe Jeans London, Versace, John Galliano, hanno tratto ispirazione direttamente dall’arte per le loro creazioni. Ora è il turno di Christian Dior, attraverso la sua partnership con Kenny Scharf.

La moda è essa stessa una forma d’arte. Si nutre da sempre dell’arte per dare vita a creazioni a metà tra il sogno e la realtà. È stato così per moltissimi stilisti a partire dagli anni Trenta. Ne sono degli esempi, l’Abito Aragosta del 1937 (Elsa Schiaparelli e Dalì), l’Abito Mondrian del 1965 (Yves Saint Laurent e Mondrian), la collezione Witches del 1983 (Vivienne Westwood e Haring). I risultati hanno sempre rappresentato un trionfo, un tributo all’arte. A questo punto, non ci resta che fare un salto in avanti verso la contemporaneità. Scopriamo che cosa ci riserverà la nuova partnership tra Christian Dior e Kenny Scharf per il 2021 (anche se per il momento è ancora tutto “top secret”).

Moda e street art a braccetto per il 2021

Il Covid non ferma la creatività di Kim Jones, il direttore creativo dell’abbigliamento maschile di Christian Dior, da sempre orientato sulle collaborazioni con artisti raffinati. Ora, ha rivolto la sua attenzione all’artista Kenny Scharf, leggendario street artist scelto per disegnare la sua prossima collezione per Dior. La prossima linea di abbigliamento maschile Pre-Fall 2021 online, sarà svelata l’8 dicembre. Contemporaneamente, in una presentazione con personalità cinesi a Pechino, saranno mostrati i primi esempi dei contributi di Scharf. La co-lab a tema street-art sembra essere l’ultima trovata di Jones per stupire e aumentare l’engagement della Maison francese.

Dior e Kenny Scharf, connubio tra Moda e Arte

Chi è Kenny Scharf

Kenny Scharf non è nuovo a collaborazioni con il mondo della moda: in passato ha collaborato con Gap, Levi’s, Zara, Heron Preston, per citarne solo alcuni. Scharf ha conosciuto la fama come street-artist grazie a un immaginario fumettistico popolato da creature e installazioni surreali. Affascinato dal mondo televisivo e da quello pop, le sue opere includono icone della cultura di massa ma anche caricature della classe media americana immerse in un contesto surreale, fantascientifico o apocalittico. È conosciuto per aver preso parte alla scena artistica dell’East Village newyorkese spaziando dalla pittura, alla scultura, alla moda, alla performance art, alla street art e ai video.

Dior e Kenny Scharf, connubio tra Moda e Arte

Kim Jones e il sodalizio vincente tra moda e arte già in passato

Come si diceva, Kenny Scharf non è l’unico artista con il quale Kim Jones ha stretto una partnership. In un passato non lontano, il direttore creativo di Dior, ha collaborato con diverse figure del mondo dell’arte. Ricordando i sodalizi più importanti, per la sfilata pre-fall 2019, Jones aveva ingaggiato il genio creativo di Hajime Sorayama. Per l’occasione, l’artista aveva realizzato una gigantesca installazione che impersonificava una donna robotica alta circa 12 metri.

Dior e Kenny Scharf, connubio tra Moda e Arte

Ma ancora, Jones per lo show spring-summer 2020 aveva collaborato con Daniel Arsham. Quest’ultimo si era occupato di curare la scenografie, realizzando sculture monolitiche dalle tinte neutre e che, insieme, formavano il nome della casa francese. In definitiva, l’unione di moda e arte ha portato (e porterà anche in futuro) a risultati vincenti, di cui si continuerà a parlare nel corso degli anni.

 

 

 

 

Articoli correlati

Levi’s X Valentino, i jeans della nuova, esclusiva collaborazione 

Redazione Moda

La settimana della moda di Parigi 2021 diventa completamente digitale

Paola Pulvirenti

Le muse del cinema che ispirano le collezioni di Piazza Sempione in una “top movies list”

Redazione

Lascia un commento