Wondernet Magazine
Cinema

A ‘Nomadland’ il Leone d’oro alla 77ma Mostra del Cinema di Venezia

È Nomadland di Chloè Zhao il film vincitore del Leone d’Oro alla 77ma Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. A Nuevo Orden il Leone d’argento Gran Premio della Giuria. La cerimonia di premiazione è stata presentata da Anna Foglietta, ed introdotta da un’esibizione di Diodato.

Si è conclusa con l’assegnazione del Leone d’Oro a Nomadland di Chloè Zhao la 77ma edizione della Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il film, che era già dato tra i favoriti vista la calorosa accoglienza della critica, è interpretato dall’attrice premio Oscar Frances McDormand.

 

Un ampio ritratto panoramico dello spirito nomade americano ambientato nel mondo lavoro migratorio stagionale, Nomadland di Chloé Zhao  è un road movie per i nostri tempi, doppiamente rilevante e risonante in questo momento di cambiamenti epocali.

Il trailer di Nomadland, vincitore del Leone d’oro a Venezia 77

La sinossi di Nomadland

Il film mostra la grandiosità dell’Ovest americano, dalle Badlands del South Dakota al deserto del Nevada, al nord-ovest del Pacifico, attraverso gli occhi di Fern, 61 anni. È interpretato da Frances McDormand, ed è stata proprio l’attrice a pensare a Chloé Zhao come regista del film. Nel leggere la sceneggiatura, infatti, ha riconosciuto uno spirito affine a quello del film precedente della regista, The rider. Insieme, Chloé Zhao e Frances McDormand creano il ritratto di una donna che ha perso un marito, e di fatto anche tutta la sua vita precedente, quando la città mineraria in cui viveva è sostanzialmente sciolta. Ma nel suo percorso Fern acquisisce forza e una nuova vita. Trova la sua nuova famiglia nei raduni nomadi a cui partecipa, frequentati anche da Linda May e Swankie (nomadi della vita reale che nel film interpretano sé stessi), nella compagnia di Dave (David Strathairn) e in altri compagni di viaggio.

“Nomadland” è basato sul libro di Jessica Bruder“Nomadland. Un racconto d’inchiesta”. 

 

Nuevo Orden vince il Leone d’argento

Nuevo Orden‘ di Michel Franco viene premiato, invece, con il Leone d’Argento. Il regista messicano racconta la storia una città del Messico dilaniata da sommosse e rivolte. La ricca Marianne Novelo sta per sposare il fidanzato Alan, quando un gruppo di popolani armati fa irruzione nella grande villa dei suoi genitori. I popolani portano caos, terrore e mattanza, con la complicità di parte dei domestici. La ragazza si salva fortuitamente dal massacro, ma finirà  nelle terribili prigioni dell’esercito rivoluzionario. Verrà torturata e diventerà un’esca per la richiesta del riscatto.

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Con “In ginocchio da te” nella colonna sonora di “Parasite”, grazie a Gianni Morandi l’Oscar è un po’ italiano

Anna Chiara Delle Donne

Paolo Sorrentino dirigerà per Netflix “È stata la mano di Dio” 

Redazione

“Insane Love”: su Rai Cinema Channel la storia di un amore ossessivo ai tempi dei social 

Lascia un commento