Wondernet Magazine
Libri

“Fratelli”, il libro di Santo Versace: «A Miami il 15 luglio 1997 è morta anche una parte di me»

"Fratelli", il libro autobiografico di Santo Versace
A 25 anni dalla morte di Gianni Versace, assassinato a Miami, è uscito il libro di Santo Versace “Fratelli, una famiglia italiana”. Un racconto autobiografico, intimo e personale, quasi una catarsi che ha aiutato l’autore a liberarsi dai pesi del passato

“Fratelli” è un racconto profondo e anche coraggioso, in cui Santo Versace, fratello maggiore del compianto Gianni, si mette a nudo e narra in prima persona il dolore ma anche la forza di ricominciare.

Ecco cosa ha raccontato Santo Versace nel suo libro autobiografico, sul legame con suo fratello e di come quel “maledetto giorno” gli ha cambiato la vita.

“Fratelli”: il libro di Santo Versace 

Edito da Rizzoli, “Fratelli”, scritto da Santo Versace, è una raccolta di racconti inediti sulla famiglia Versace. Dall’infanzia a Reggio Calabria, alla costruzione dell’impero della Medusa, all’omicidio del compianto re della moda. In copertina sono ritratti Santo e suo fratello Gianni Versace, in gita in barca: “Era l’agosto 1983 e stavamo navigando tra la Turchia e la Grecia. Avevamo due anni di differenza, ma sembrava che tra di noi ci fossero due generazioni. Lui un eterno bambino, talento creativo puro, io il saggio posato”, ha raccontato Santo Versace in un’intervista al Corriere della Sera.

"Fratelli", il libro autobiografico di Santo Versace

In “Fratelli”, Santo ricorda quel “maledetto giorno” in cui Gianni Versace fu assassinato davanti la sua villa a South Beach, Miami. “Il trauma della sua morte è stato fortissimo, ha fermato tutto. La vita, la famiglia, l’azienda. Ero a Roma, ho preso l’aereo per Miami e solo quando sono entrato in ospedale, ho visto Gianni e ho toccato il sangue, ho capito che era tutto vero”, racconta Santo Versace. 

L’amore indissolubile per suo fratello Gianni

Il legame con Gianni era molto forte e soprattutto intimo, tanto che lo stilista scomparso prematuramente, si sentiva libero di confidarsi anche sulle relazioni d’amore. “Più di una volta mi diede da risolvere alcuni problemi di natura privata. Mi chiese di liquidare fidanzati che stavano diventando molesti o che lui non sopportava più”, scrive l’autore nel libro. Lo stilista fu uno dei primi del fashion system a dichiarare pubblicamente la sua omosessualità nel 1995, in un’intervista con il mensile della comunità gay americana The Advocate. “Insieme eravamo invincibili”, dichiara Santo Versace.

"Fratelli", il libro autobiografico di Santo Versace
Santo e Donatella Versace nel 1997 al funerale di Gianni

Il successo di Versace: i look di Elizabeth Hurley e Lady Diana

Santo Versace, che insieme a Gianni ha dato vita al marchio, racconta l’apice del successo del brand grazie anche all’attrice e supermodella Elizabeth Hurley. L’autore ricorda l’iconico abito nero con le spille da balia indossato dall’attrice britannica alla première di “Quattro matrimoni e un funerale” nel 1994, un abito che ha fatto la storia della moda.

"Fratelli", il libro autobiografico di Santo Versace

 

"Fratelli", il libro autobiografico di Santo Versace Nel libro Santo ricorda anche Lady Diana, musa del fratello Gianni:

“La prima volta che la vidi fu quando inaugurammo il negozio di Old Bond Street. Ci aveva affidato la sua immagine dopo il divorzio dal Principe Carlo. Diana venne al funerale di Gianni rimanendo seduta sul divano con me per un’ora a parlare. Era molto dolce e generosa, una persona reale”.

 

L’amore di Santo Versace per sua moglie Francesca De Stefano

Molti si sono chiesti come mai proprio ora, dopo 25 anni, Santo Versace ha raccontato dell’omicidio di suo fratello Gianni. L’autore ha confessato di aver lavorato molto su sé stesso e che il cammino verso la “guarigione” non è stato facile. Ma al suo fianco c’è sempre stata Francesca De Stefano, sua moglie: “Se ti entra tanto amore esce per forza il veleno che hai dentro, le cicatrici si chiudono. Con l’amore vero ti rafforzi”. Proprio sua moglie, infatti, l’ha supportato nella stesura di questo intimo racconto della sua vita.

"Fratelli", il libro autobiografico di Santo Versace

Oggi Santo Versace è fuori dal mondo della moda. Eletto alle elezioni politiche nel 2008, è stato deputato parlamentare per tutta la XVI legislatura. Presidente fondatore di Altagamma, l’associazione che riunisce i più importanti brand italiani, è stato anche presidente della Camera della Moda. Tra le diverse attività, oggi è presidente della Fondazione che porta il suo nome e della casa di produzione e distribuzione cinematografica Minerva Pictures.

“Fratelli. Una famiglia italiana” 

  • Editore ‏: ‎ Rizzoli 
  • Copertina rigida: ‎ 160 pagine
  • € 17,00

Articoli correlati

“Tutto quello che mi ha dato emozione viene alla luce”, il libro su Pino Daniele scritto dal figlio Alessandro

Redazione

Salone del Libro 2021, si torna in presenza per un’edizione più ricca che mai

Redazione

“Cosplay Girl”: il fenomeno cosplay nel primo romanzo di Valentino Notari

Roberta Savona

Lascia un commento