Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Bebe Vio lancia con Nike la prima Accademia italiana per lo sport inclusivo

Bebe Vio e Nike, l'accademia per lo sport inclusivo
La Bebe Vio Academy (BVA) sarà la prima Accademia italiana destinata a coinvolgere nello sport ragazzi con disabilità fisiche e atleti normodotati insieme. Con sede a Milano, l’Accademia nasce grazie alla collaborazione con Nike.

La campionessa mondiale di scherma Bebe Vio, insieme al colosso dello sportswear Nike, lanciano la prima Accademia italiana per lo sport inclusivo. Il progetto è promosso e organizzato da art4sport Onlus, l’associazione creata dalla schermitrice e dai suoi familiari.

L’obiettivo dell’accademia è quello di rendere lo sport accessibile a tutti e di promuoverlo in quanto strumento di integrazione sociale e realizzazione personale.

Bebe Vio e Nike, l'accademia per lo sport inclusivo

La Bebe Vio Academy, dove sorgerà e come sarà organizzata

Avrà sede a Milano, la Bebe Vio Academy (BVA), prima accademia italiana per lo sport inclusivo. Le attività, supportate dal Comune di Milano e destinate a bambini e ragazzi tra i 6 i 18 anni, si svolgeranno, per l’esattezza, in due centri sportivi milanesi: il Centro Sportivo Iseo e il Bicocca Stadium. Il programma dell’accademia sarà pluriennale e prevederà attività multi-sportive. Si darà la possibilità ai ragazzi di cimentarsi con cinque discipline diverse: calcio, atletica, basket in carrozzina, sitting volley e scherma in carrozzina. L’accesso all’accademia sarà completamente gratuito, grazie ai partner coinvolti nell’iniziativa. La prima stagione dell’Academy avrà luogo tra ottobre 2021 e giugno 2022 e sarà suddivisa in due slot: da ottobre 2021 a febbraio 2022 e da marzo 2022 a giugno 2022. In questi periodi di quattro mesi si svolgeranno sessioni di allenamento due volte a settimana. Inoltre, i bambini e i ragazzi iscritti potranno anche partecipare a workshop e incontri con gli atleti Nike.

Bebe Vio e Nike, l'accademia per lo sport inclusivo

Le parole di Bebe

«Ho sempre avuto una vocazione per aiutare gli altri. Il mio incidente, poi, ha aggiunto un significato più profondo a questo istinto. E con i successi sportivi è arrivata la possibilità di ispirare. Da quel momento la vocazione è diventata una missione e la missione un sogno preciso: rendere lo sport accessibile a tutti e far sì che il mondo paralimpico possa crescere fino a raggiungere il livello di quello olimpico. Per raggiungere l’obiettivo, c’è bisogno di uno slancio culturale che parta in primis dalla nostra generazione. Siamo noi che abbiamo la responsabilità di cambiare davvero le cose. Così, in collaborazione con Nike e art4sport Onlus, è nata l’idea di creare la Bebe Vio Academy: uno spazio dove bimbi e ragazzi con disabilità possano conoscere lo sport e competere insieme a ragazzi normodotati. Il mio sogno inizia da qui».

Bebe Vio e Nike, l'accademia per lo sport inclusivo

L’attività di sensibilizzazione nelle scuole e nelle università

La Bebe Vio Academy svolgerà, inoltre, un’attività di promozione e sensibilizzazione all’interno di scuole e università milanesi. I ragazzi interessati potranno partecipare alle attività dell’accademia in qualità di volontari o di apprendisti allenatori, accanto ai coach federali che si occuperanno di gestire le attività sportive. Al termine dei corsi, i ragazzi più promettenti potranno partecipare a corsi federali per ottenere i brevetti ufficiali di allenatore. Chi, invece, dovesse appassionarsi a una delle cinque discipline sportive praticate nell’Academy, sarà indirizzato alle società sportive milanesi di riferimento per accrescere la pratica sportiva sul territorio.

Gli obiettivi della BVA

Il claim dell’iniziativa è: “Lo sport è per tutti”. L’obiettivo primario della Bebe Vio Academy è, infatti, quello di abbattere tutte le barriere, sia fisiche sia psicologiche, che frenano i ragazzi disabili e coinvolgerli nella pratica di attività sportive che possano trasformarsi in prezioso strumento di inclusione e partecipazione. La art4sport Onlus, creata dalla stessa Bebe e dai suoi familiari, si pone da anni questo obiettivo, e anche la Nike si è dimostrata estremamente sensibile al tema dell’inclusione.

Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito della Bebe Vio Academy.

Articoli correlati

L’appello di Carlo Verdone ai cittadini: «Doniamo il sangue!»

Anna Chiara Delle Donne

Sophie Turner e Joe Jonas sono diventati genitori: è nata Willa

Valentina Turci

Melania Trump, il Presidente le chiede di sorridere davanti ai fotografi: la sua espressione forzata diventa virale

Valentina Turci

Lascia un commento