Wondernet Magazine
INTERVISTE

Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, intervista doppia alla coppia più desiderata dagli spot pubblicitari

Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, intervista alla coppia degli spot
Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, dieci spot in coppia e tanti altri singoli: sono loro i due attori più desiderati del momento. Spontaneità, divertimento e immediatezza, in una intervista doppia a Wondernet Magazine i due si raccontano e svelano i segreti degli spot pubblicitari più famosi e trasmessi del momento.

Li vediamo di continuo in TV, sui social e sui dispositivi mobili, per almeno una volta al giorno. Sono giovani, belli, spigliati e dotati di un sorriso da fare invidia. Sono i giovani Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, attori prestati alle reclame (per darci un tono vintage) più in voga e trasmesse degli ultimi anni. Se si potesse contare il volume di share anche per le pubblicità, i volti di Martina e Graziano guadagnerebbero senza alcun dubbio la prima fascia, vincendo facilmente e a man bassa. Sono loro infatti, i nuovi protagonisti delle pubblicità italiane, con due facce che bucano lo schermo grazie alle personalità che spiccano dietro i loro sorrisi sinceri, che sono in grado di vendere di tutto senza provocare rimpianti.

Martina e Graziano, negli spot: amanti, amici e fratelli

Martina, luminosi ricci rossi che risplendono tra le lentiggini e Graziano, occhi azzurri e sguardo da bravo ragazzo. Insieme i due contano una decina di spot in cui ricoprono i ruoli più disparati, da amanti ad amici, oppure fratelli. In due detengono un record personale, quello della coppia più affiatata e sperimentata della moderna pubblicità. L’attrice romana Martina Carletti, si muove liberamente tra teatro, fiction e cinema, dove lavora con nomi come Giancarlo Giannini, per il progetto “Ghost”. Tra un set e l’altro, trova spesso posto negli spot in cui affianca il collega Graziano Scarabicchi, come in quelli di Poste, Golia, Foodeness, Schare e Rinazina, per cui sono consacrabili come una vera e propria coppia pubblicitaria.

Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, intervista alla coppia degli spot

Dagli spot alla fiction, per Martina e Graziano non solo spot

A suo modo Scarabicchi, perugino d’origine e romano d’adozione, è un attore versatile, che alterna il teatro al cinema, così come alla fiction, lavorando su tutti i maggiori set di serie televisive degli ultimi anni. Di recente invece, ha destato attenzione la sua partecipazione allo spot con Luca Argentero e Daniele De Rossi, in cui i tre bellissimi e dotati di barba si contendono il gradimento del pubblico femminile, che assiste piacevolmente alla pubblicità di Gilette, seppur riservata a un target diretto maschile. Wondernet Magazine li ha incontrati per conoscerli meglio e scoprire come si fa a diventare il volto pubblicitario più gettonato del momento. In pieno stile “intervista doppia”, Martina e Graziano sono pronti a svelarsi per noi.

Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, intervista alla coppia degli spot

Ultimo spot girato?

Graziano Scarabicchi: Ho girato ultimamente Conad, segugio.it, Aruba e Motorola
Martina Carletti: L’ultimo spot girato è stato Kinder, ora in onda.

Su quale set vi siete conosciuti?

Graziano Scarabicchi: Ci siamo incontrati ad un provino, poi per mesi nulla e l’ho cercata su Facebook vedendola su “I liceali”, per “essere mia moglie” in un progetto Rai.
Martina Carletti: Ad un provino, poi lui mi ha contatta per un lavoro al quale dopo mesi ho risposto, ritrovandomi così a girare il ruolo di sua moglie.

Dieci spot insieme, è stato subito feeling?

Graziano Scarabicchi: Credo forse una decina o più, in tutte le vesti marito, amico, amante, passeggero, vicino di casa ecc. Da subito, siamo due persone allegre, dirette, vere, che hanno voglia di vedere il mondo in maniera positiva.
Martina Carletti: Si, al provino mi fece subito una bella impressione , perché viaggiamo sulla stessa lunghezza d’onda, entrambi siamo persone ottimiste ed energetiche.

MMartina Carletti e Graziano Scarabicchi, intervista alla coppia degli spot

Cosa invidi all’altro?

Graziano Scarabicchi: Non è invidia ma ammirazione, Marty ha una comicità innata, è simpatica a tutti.
Martina Carletti: La parola invidia per me non esiste, ognuno ha qualcosa di diverso da donare, quindi assolutamente nulla, anzi posso solo imparare da lui.

Cosa rimproveri all’altro?

Graziano Scarabicchi: Che non ha mai il telefono dietro con sè e non risponde mai alla prima.
Martina Carletti: Ogni tanto mi rimprovera perché io sono un disastro soprattutto con il cellulare.

In quale pubblicità vi piacerebbe lavorare?

Graziano Scarabicchi: Quella di un profumo, generalmente sono le più belle.
Martina Carletti: In una pubblicità per capelli.

Lo spettacolo più bello a cui avete partecipato?

Graziano Scarabicchi: “Storia di Borgata”, che raccontava dell’attentato in via Rasella a Roma, dove interpretavo un sergente tedesco molto cattivo.
Martina Carletti: Divido per generi: “Galatea” una favola , perché adoro sentire ridere i bambini. “The Hole” un giallo, perché mi sembrava vivere dentro un film. “Meglio Zitelle” una commedia, perché mi ha fatto scoprire il mio lato comico.

La fiction più divertente?

Graziano Scarabicchi: “Vita da Vigile”, dove interpretavo un vigile neo assunto mooolto imbranato.
Martina Carletti: “I liceali 3”, perché ho girato per 6 mesi divertendomi da matti e perché è stata una bella soddisfazione prendere il ruolo di Veronica Lopez dopo 4 provini.

Il regista con cui lavorereste?

Graziano Scarabicchi: Gli stessi registi con cui ho fatto degli spot, per esempio Muccino o Genovese.
Martina Carletti: Non ne ho uno in particolare, è importante che sia sensibile e curi l’attore.

Come vi mantenete in forma?

Graziano Scarabicchi: Mangiare sano, e camminare tanto.
Martina Carletti: Yoga , camminare , mangiare sano e tante risate

Com’è andato il lockdown?

Graziano Scarabicchi: È stata dura, ma ho studiato molto e mi sono fortificato psicologicamente.
Martina Carletti: Sono rinata facendo un bel lavoro su me stessa

Cosa vi aspettate per il vostro settore dal nuovo governo?

Graziano Scarabicchi: Che riaprano cinema e teatri, perché il distanziamento può essere garantito.
Martina Carletti: Che riaprano cinema e teatri e, nel frattempo, più sostegno economico agli artisti.

Come si fa a diventare un volto pubblicitario?

Graziano Scarabicchi: È un mix di spontaneità, immediatezza, regolarità di canoni, preparazione e sicuramente, anche particolarità come i capelli rossi di Marty o i miei occhi celesti.
Martina Carletti: Le parole chiave sono “spontaneità” e “divertimento”, sicuramente avere qualche particolarità aiuta.

Tra i volti noti con cui avete lavorato, chi ricordate di più e perché?

Graziano Scarabicchi: Daniele De Rossi, perché è molto alla mano e amicale e, Alessia Marcuzzi perché è molto gentile e disponibile.
Martina Carletti: Mario Girotti, il nostro Terence Hill, per la sua grande ed incredibile umiltà.

 

 

Articoli correlati

Miriam Dalmazio: «In un’epoca in cui tutto viene condiviso, io scelgo la riservatezza »

Anna Chiara Delle Donne

Nilufar Addati: «Con Daydreamer Collection sogno una moda eterna e meno “fast”»

Paola Barale: «Non bisogna aver paura delle diversità, il confronto con realtà diverse ci arricchisce e ci fa crescere»

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento