Wondernet Magazine
Attualità

Maradona in cielo: il video condiviso da una ragazza di Paraná diventato virale in rete

Maradona in cielo, il video diventato virale
È diventato virale, in rete e sui social, un video condiviso su Instagram da una ragazza di Paraná, Argentina. Voleva riprendere il cielo prima di un temporale,  in una notte di fine novembre. E tra le nuvole, appare una sagoma che sembra proprio quella di Maradona.

Potere della suggestione, forse sì, è vero. Eppure il video girato due giorni fa da Natali Rios, una ragazza di Paraná, città argentina capoluogo della provincia di Entre Rios, è diventato virale. E nemmeno gli scettici riescono a smettere di guardarlo, perché ha qualcosa di magico, di suggestivo. È un filmato brevissimo, di pochi secondi, dove nel cielo rischiarato dalla luna poco prima di un temporale si crea una specie di disegno, che impressiona per la somiglianza con la sagoma di Diego Armando Maradona. Ed è stato subito ribattezzato “Maradona in cielo”.

Maradona in cielo, il video di Natali Rios

Scrive Natali su Instagram: «Ieri sera, prima della pioggia e dopo aver visto un paio di video di Diego, ho iniziato a vedere la luna e siccome era così bella, ho voluto firmarla. Alla fine mi sono resa conto che non sembrava che la stessi guardando attraverso il mio cellulare. Ma oggi un mio amico mi ha fatto capire che stavamo assistendo a qualcos’altro. Potrebbe essere che siccome abbiamo avuto una grandissima perdita, vediamo qualcosa? Non lo so, ma è magico, sempre».

Potere della suggestione, dicevamo all’inizio. Fatto sta, che guardando e riguardando il video, non si può fare a meno di “vederlo”. Sembra lui, El Pibe de Oro, la Mano de Dios, con la sua casacca numero 10 mentre corre sul campo, di spalle, come nella foto di Mike King che è diventata una specie di santino, e che ha ispirato murales, magliette, figurine, e ogni sorta di merchandising.

Dopo la morte del Numero Dieci, si sono susseguiti gli omaggi alla sua memoria in tutto il mondo. In ogni angolo di Napoli, città dove Maradona era venerato come un dio e che gli intitolerà lo stadio e una fermata della metropolitana, in tutta l’Argentina, sui campi di calcio di tutti i continenti. Non è facile lasciare andare un mito, una leggenda vivente. E così, complice la suggestione, ci si illude di vederlo ancora da qualche parte, magari nel cielo di una notte autunnale, a Paraná, prima della pioggia. Tra le nuvole, “ho visto Maradona” in cielo, con la maglia numero 10 della Nazionale argentina e il pallone attaccato alla coscia.

 

 

Articoli correlati

Le parole più ricercate dagli italiani su Google nel 2020: pandemia, politica, calcio e addii celebri

Valeria Torchio

Da “Karaoke” a Bugo che abbandona il palco, i 10 video YouTube più popolari del 2020

Redazione

“Un rosso alla violenza”: la serie A si mobilita contro la violenza sulle donne

Redazione

Lascia un commento