Wondernet Magazine
Accessori MODA

“See Beyond The Sun”: la nuova campagna Ray-Ban con tre giovani talenti, fonte di ispirazione e positività

ray-ban See Beyond The Sun
Da Malcom X a James Dean, Ray-Ban è da sempre la scelta dei grandi visionari di ogni tempo, che con le loro idee e intuizioni hanno sfidato la società trasformandola nel profondo. Ora più che mai, mentre il mondo vive un momento di incertezza senza precedenti, il ruolo delle menti visionarie è di fondamentale importanza. 

Oggi Ray-Ban sostiene questi autentici visionari con la nuova campagna “See Beyond the Sun”, mostrando al mondo che le idee non mancano, ma prendono la forma delle nostre icone. 

Gli occhiali Ray-Ban, rivoluzionari dagli anni Trenta

Gli occhiali Ray-Ban vengono indossati da visionari dal 1937. Uno dei modelli più iconici del brand è senza dubbio il Ray-Ban Clubmaster Classic, che con il suo stile anni Cinquanta e il fascino senza tempo è da decenni il preferito degli innovatori culturali. Oggi questo occhiale rappresenta la scelta ideale dei rivoluzionari di domani, che attraverso le nostre lenti mettono a fuoco i loro progetti. Innovatori senza paura che lavorano per creare un futuro migliore grazie all’unicità dei loro punti di vista e delle loro voci, per ispirare un cambiamento positivo. 

La nuova campagna Ray-Ban

Per la nuova campagna Ray-Ban Authentic, il brand ha selezionato tre spiriti liberi pieni di talento, che osano guardare oltre la realtà per plasmarne una nuova. Al di là di ogni aspettativa, delle etichette e degli stereotipi. Oltre i confini dell’ovvio. Al di là del mondo ai loro piedi. Sanno vedere il futuro in cui vogliono vivere e sfidano il presente per fare strada al cambiamento. 

Tre pensatori creativi che non si limitano al ruolo di visionari, ma sono attivi nella comunità per dare vita a un domani diverso. Attraverso le iconiche lenti Ray-Ban, osano guardare oltre il mondo attorno a loro per creare prospettive migliori. Giorno dopo giorno, questi visionari stanno modellando il nostro futuro.

Aurora Anthony

Aurora Anthony incarna perfettamente la cultura multi-sfaccettata della città di New York. Il suo lavoro è un dialogo creativo con il Lower East Side, dove vive e lavora, e prende forma nella musica rap, nella graffiti art, nella moda e nel design. Il suo brand 100 Wolves è stato approvato da Beyoncé. Completamente devoto alla sua comunità, Aurora Anthony è un visionario perché osa correre dei rischi: vuole cambiare il mondo che conosce, definendo i suoi orizzonti. 

Gabrielle Richardson

Gabrielle Richardson è una modella, artista e curatrice, e usa la sua popolarità a fare del cambiamento in positivo. È fondatrice di Art Hoe Collective, una piattaforma online finalizzata a dare spazio agli artisti di colore, e di The Brown Girl Butterfly Project, una comunità che sostiene donne di colore e persone non binarie. La sua arte si muove nel regno dell’immaginazione e costruisce il suo futuro così come vorrebbe vederlo, supportata da una community forte che le consente di sognare.

Tia Jonsson

Tia Jonsson ha ottenuto un seguito fedele grazie al suo stile unico e alla sua grande personalità. Modella e studentessa, non ha mai nascosto i segni della vitiligine, ma al contrario va fiera dell’area non pigmentata sulla fronte e del suo ciuffo di capelli bianchi, che sono diventati il suo segno distintivo. Ha lavorato con Rihanna alla campagna iniziale di Savage x Fenty. Con il suo lavoro, Tia Jonsson ci invita a scoprire cosa amiamo di noi stessi e non vergognarci di mostrarlo al mondo. 

Articoli correlati

Walking in the Street, la prima sfilata digitale di Dolce & Gabbana

Redazione Moda

San Valentino, qualche idea regalo per la festa degli innamorati

Michelle Scalzo

Elisabetta Franchi protagonista di un episodio di “Pensa in grande”, il format di Rete4 dedicato alle eccellenze italiane

Laura Saltari

Lascia un commento