Wondernet Magazine
BEAUTY

Make-up: come rimuoverlo senza sprechi con accessori riutilizzabili

rimuovere il make up
Rimuovere il make-up up con accessori riutilizzabili ed eco sostenibili si può. Basta dischetti usa e getta o salviette struccanti, da oggi “zero waste” anche nella beauty routine.

Ogni giorno ci chiediamo come assumere uno stile di vita più eco sostenibile e senza sprechi. Aiutare il nostro pianeta, per il nostro benessere e quello delle generazioni future, si può grazie a tanti piccoli gesti quotidiani. Oltre a seguire quelle che sono già le nostre abitudini, come ad esempio la raccolta differenziata, anche per la pulizia della persona ci sono dei passi importanti da fare. A partire da quando, alla sera, dobbiamo rimuovere il make-up.

Il primo passo per rimuovere il make-up in modo ecosostenibile e senza sprechi è eliminare tutto ciò che è usa e getta. Molte persone, per struccarsi in modo corretto, usano i classici dischetti di cotone. Per una full face ne servono almeno un paio per gli occhi e uno grande per il viso a cui si vanno ad aggiungere cotton fioc e batuffoli di cotone per applicare il tonico. Tutto questo può essere sostituito da accessori riutilizzabili, studiati proprio per rimuovere il make-up.

Dischetti riutilizzabili in bambù

Quelli che più stringono l’occhio allo “zero waste” per rimuovere il make-up sono i dischetti riutilizzabili in bambù. La loro fibra naturale aiuta a rimuovere ogni traccia di make-up, anche il mascara waterproof, sia imbevuti d’acqua che di struccante. Dopo il loro utilizzo possono essere lavati in lavatrice insieme al bucato tradizionale o a mano con un sapone naturale. I dischetti riutilizzabili sono adatti ad ogni tipo di pelle, anche la più sensibile.

dischetti in bambù per rimuovere il make-up

Rimuovere il make-up con il panno in microfibra

Un’alternativa, o un alleato per rimuovere il make-up è il panno in microfibra per il viso. Si trovano sul mercato già da un pò e sono decine i marchi che li propongono in ogni colorazione e forma. Anche se il tessuto non è di origine naturale, grazie alla sua resistenza, un pannetto può durare anche fino a 4 mesi. Per rimuovere il make-up col panno in microfibra basta bagnarlo, strizzarlo e passarlo delicatamente per tutto il viso. Per eliminare il make-up più ostinato può essere utilizzato in combo con un olio o burro struccante.

panno per rimuovere il make-up
Fonte: instagram @makeuperaser

Via il make-up con i cotton fioc

Ci sono ancora piccole tracce di eye-liner? Stop all’uso di cotton fioc usa e getta! Per una beauty routine con “zero waste” utilizzate i cotton fioc di silicone per rimuovere il make-up. Comodi da tenere nel beauty case, riutilizzabili e lavabili  con acqua e sapone subito dopo esservi struccate. La loro resistenza farà in modo che non dobbiate correre al supermercato a comprare i tradizionali bastoncini biodegradabili che spesso finiscono per aumentare il carico già pensante dello smaltimento.

cotton fioc per rimuovere il make-up
Cotton Fioc riutilizzabili di LastSwab Fonte: instagram @lastswab

Articoli correlati

Preparare il beauty case per l’estate: i must have da portare in vacanza

Redazione Beauty

Maschere per il viso, ce n’è una per ogni tipo di pelle. Scegli la più adatta a te

Redazione Beauty

Rihanna lancia la nuova crema da notte della linea “Fenty Skin”

Manuela Cristiano

Lascia un commento