Wondernet Magazine
MODA

Sandra Mansour x H&M: la capsule collection “Fleur du Soleil” si ispira al sole, fonte di luce e speranza

sandra mansour x h&m
Sandra Mansour è una casa di moda nota in particolare per la sua linea prêt-à-porter e per quella di abiti da sposa su misura. Fondato a Beirut nel 2010, il marchio si è distinto nel tempo per l’attenzione al dettaglio e per i suoi abiti dal design senza tempo, realizzati con materiali pregiati e impreziositi con ricami a mano. L’obiettivo è dare forma ai sogni delle donne, facendole sentire bellissime.

La stilista libanese Sandra Mansour, appassionata di moda ma anche grande conoscitrice di arte e pittura, ha realizzato una capsule collection in collaborazione con H&M, per l’autunno 2020.

Sandra Mansour x H&M

La stilista libanese ha creato la collezione in collaborazione con H&M ispirandosi all’arte e all’ambiente di Beirut, in particolare ai suoi paesaggi naturali e a nomi di spicco del settore artistico come quelli di Dorothea Tanning, Lena Leclercq e Bibi Zogbé.

Il risultato è una capsule collection di grande maestria, che si caratterizza per un’elevata attenzione a ogni singolo dettaglio. Sono capi accattivanti e femminili, pensati per donne moderne che vogliono comunicare potenza ma anche eleganza. E soprattutto, che esaltano l’artigianalità di alto livello.

sandra mansour x h&m
Photo Credits: Instagram @sandramansour

La gamma Sandra Mansour x H&M Fleur du Soleil richiama un’atmosfera da sogno e comprende abiti, camicie, gonne, un blazer, una T-shirt con stampa e una felpa con cappuccio. I colori predominanti sono quelli della terra: bianco avorio, nero, grigio fungo. I motivi predominanti sono quelli floreali (girasoli) e i pois. Per quanto riguarda i tessuti, la scelta è caduta su quelli più delicati e leggeri: pizzo, organza ricamata, jacquard.

La collezione è già in vendita online e in store.

Il commento

Al magazine di H&M Sandra Mansour ha raccontato le sue passioni, le sue fonti di ispirazione, il suo amore per la moda e per il bello in generale. L’estetica che ha portato nel brand a cui ha dato il nome, infatti, trae spunto dalla pittura, dalla letteratura e moltissimo dalla natura stessa.

sandra mansour x h&m
Photo Credits: Instagram @sandramansour

Nello specifico, a proposito della collaborazione con il colosso scandinavo ha raccontato: «Con Fleur du Soleil volevo raccontare la storia di due elementi forti della natura: il girasole e il sole. Mi ricordano la speranza e la luce, qualcosa di cui abbiamo davvero bisogno in questo momento con tutto ciò che accade nel mondo. Voglio che le persone siano spontanee e si divertano. Quando ti senti a tuo agio con quello che indossi, sei automaticamente sicuro. Non prenderti troppo sul serio, resta sempre chi sei».

La capsule collection Fleur du Soleil

La capsule collection non si distingue solo per la sua qualità, ma anche per lo scopo per cui è stata realizzata: 100 mila dollari del ricavato, infatti, andranno alla Croce Rossa Libanese.

Articoli correlati

Dolce&Gabbana porta l’Alta Moda a Firenze: progetto speciale per Pitti Uomo 98

Redazione

Le muse del cinema che ispirano le collezioni di Piazza Sempione in una “top movies list”

Redazione

I guai di Versace, Coach e Givenchy con la Cina. Ecco cosa è successo

Laura Saltari

Lascia un commento