Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Pierre Cardin, i 98 anni dello lo stilista francese di origine veneta che ha rivoluzionato la moda

pierre Cardin
Pierre Cardin ha compiuto ieri 98 anni ed ha festeggiato a Parigi con l’amico Gerard Depardieu e con il nipote e suo erede artistico, Rodrigo Basilicati Cardin. Insieme stanno lavorando all’edizione 2020 del Festival de Lacoste, la manifestazione che Cardin organizza ogni estate a Luberon, in Provenza.

Pierre Cardin, alla nascita Pietro Costante Cardin, è nato il 2 luglio 1922 in provincia di Treviso. Subito dopo i suoi genitori, finiti in povertà dopo la prima guerra mondiale, sono emigrati  in Francia. 

A 14 anni Pietro, il cui nome viene francesizzato in Pierre, inizia a lavorare come apprendista sarto in una località vicino Lione. A 23 anni si trasferisce a Parigi, dove lavora prima da Jeanne Paquin e poi da Elsa Schiaparelli. 

Quando Christian Dior riapre dopo la guerra, nel 1947, Pierre Cardin è il primo sarto della maison, e partecipa al suo rilancio. Tre anni dopo, Nel 1950 Pierre Cardin fonda la sua casa di moda. La sua prima collezione arriva nel 1951 ed è composta da una cinquantina di cappotti e qualche tailleur. Ma è nel 1953 che calca per la prima volta le passerelle.

pierre Cardin
Pierre Cardin nel suo atelier (1957)

Grande sperimentatore, disegna abiti dalle forme e dai disegni geometrici. Nel 1954 crea il celebre Bubble dress, il vestito a bolle. Presto, insieme a André Courrèges e a Paco Rabanne, Pierre Cardin diventa uno degli stilisti più famosi degli anni ’60 e ’70.

Minigonne, leggins, vestiti con geometrie definite, elmetti, in vinile e in pelle, tutti di colori accesi, lo catapultano nell’Olimpo fashion.  I suoi abiti sono indossati da attrici come Brigitte Bardot, Lauren Bacall e Raquel Welch fuori dal set. O Mia Farrow e Jeanne Moreau sul set di film come Sull’orlo della paura (1968) e La grande peccatrice (1970).

pierre Cardin
Il Bubble Dress di Pierre Cardin

La sua avanguardia non è solo stilistica, ma anche di business. Cardin è uno dei primi europei a sfilare in Giappone, Cina e Vietnam. È stato anche il primo stilista ad aver disegnato una collezione per grandi magazzini, che oggi si chiamerebbe capsule collection ma all’epoca rappresentò una grande innovazione.

Nel 1971 ha inaugurato la sua sede, l’Espace Cardin a Parigi. Uno spazio utilizzato anche per promuovere nuovi talenti artistici, come teatranti o musicisti.

I 98 anni di un mito

Ieri Pierre Cardin ha festeggiato 98 anni insieme all’amico Gerard Depardieu e al nipote, Rodrigo Basilicati Cardin, che lo stilista ha da tempo nominato suo erede artistico. Un incontro di festa e di lavoro, visto che si trattava anche di definire i particolari della partecipazione di Depardieu all’edizione 2020 del Festival de Lacoste, la manifestazione che Cardin organizza ogni estate a Luberon, in Provenza, nei ruderi del fascinoso maniero che fu del marchese De Sade, oggi di sua proprietà. L’attore si esibirà il 15 agosto in un recital di canzoni , “Gérard Depardieu chante Barbara”, con l’accompagnamento al piano di Gerad Daguerre. Ad aprire la manifestazione, il 12 di agosto, sarà invece Andrea Bocelli con un concerto dedicato alle arie d’opera più celebri e ai cavalli di battaglia del tenore toscano. 

Articoli correlati

Schumacher, Todt rivela: «Ho visto Michael, spero che presto lo vedrà anche il mondo»

Redazione

The Icon Girls: parte da Brooke Shields la prima serie di podcast Philosophy di Lorenzo Serafini

Laura Saltari

Queen: a 50 anni dalla formazione, la Royal Mail dedica una serie di francobolli alla band

Laura Saltari

Lascia un commento