Wondernet Magazine
Cinema

“Io resto in sala”: cos’è e come funziona la nuova iniziativa per guardare i film da casa e aiutare i cinema

Io resto in sala è un circuito di cinema virtuali che punta a dare nuova linfa vitale al settore, in attesa che si riapra nuovamente al pubblico. Vista l’impossibilità di accogliere spettatori in sala, in questi mesi ci si è mobilitati in modo diverso per offrire ugualmente intrattenimento agli appassionati. Si è molto incrementata l’attività social e lo streaming ha rappresentato una grande possibilità.

Ma ora è tempo si adottare nuove misure. Le riaperture delle sale al pubblico sono vicine, ma intanto a partire dal 26 maggio si potrà usufruire di proiezioni cinematografiche in una nuova modalità. Si tratta dell’iniziativa Io resto in sala, che coinvolge 71 esercenti, in collaborazione con un gruppo di distributori. La magia del cinema entra nelle case, che diventano le nuove sale.

I film in programmazione

Ogni esercente avrà piena autonomia nella programmazione, eccezion fatta per il film d’esordio, che sarà Favolacce dei fratelli D’Innocenzo , pellicola scelta per il lancio ufficiale dell’iniziativa. Poi ciascuna sala sceglierà a proprio piacimento quale film trasmettere.

Tutto procederà nel modo più simile possibile a un’esperienza “da cinema”. Lo spettatore acquisterà il biglietto sul sito del proprio cinema di riferimento, avrà un proprio posto in sala e verrà rispettata anche la capienza decisa per queste ultime dai recenti decreti. Il prezzo del biglietto avrà un costo variabile tra 7,90 euro per i film in prima visione e 3,50 euro per quelli già usciti, per le rassegne sui classici e per quelli preesistenti in catalogo. Dopo Favolacce, sono in programma anche altre tre prime visioni: Tornare di Cristina Comencini, Georgetown di Christoph Waltz e In viaggio verso un sogno diretto da Tyler Nilson e Michael Schwartz.

A differenza delle piattaforme come Netflix, oltre ai posti assegnati ci saranno anche orari prestabiliti per la visione in streaming. Inoltre, sarà possibile vedere gli altri spettatori in sala, conversare in chat con il vicino di poltrona e commentare il film al termine della proiezione.

Io resto in sala…a vedere Favolacce

Il film dei fratelli D’Innocenzo è stato premiato a Berlino con l’Orso d’Argento ed è stato scelto per il lancio dell’iniziativa. Oltre alla proiezione ci sarà anche un evento che coinvolgerà attori e registi. Proprio i fratelli D’Innocenzo saranno intervistati martedì 26 maggio da Paolo Mereghetti, alle ore 20:00, prima dell’inizio dello streaming del film in programma alle 20.30.

Articoli correlati

“Martin Eden” con protagonista Luca Marinelli nella lista dei film preferiti da Obama nel 2020

Anna Chiara Delle Donne

Razzie Awards 2020, Hollywood premia il peggio del cinema: trionfa “Cats”

Giusy Dente

Il premio Oscar Bong Joon-ho: tra i 20 registi del futuro, Alice Rohrwacher e Pietro Marcello

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento