Wondernet Magazine
SOLIDARIETÀ

“Favole al telefono”: Margherita Buy testimonial per la Fondazione Theodora Onlus

I bambini sono certamente molto provati da questo momento storico così delicato e inaspettato. Niente più scuola né giochi all’aria aperta né passeggiate al parco. Sono in pausa il nascondino con gli amici e le partite a calcetto del fine settimana. Anche per i genitori può essere un problema gestire la permanenza in casa dei loro figli, soprattutto i più piccoli.

Ma così come in tanti da settimane si stanno attivando per portare intrattenimento nelle case, così da far divertire gli adulti, allo stesso modo c’è anche chi sta pensando ai più piccoli, per donare un sorriso anche a loro. In particolare, a quelli più bisognosi e sofferenti. La Fondazione Theodora si occupa dal 1995 di dare sostegno ai bambini ricoverati negli ospedali, con le speciali visite dei Dottor Sogni. Sono tutti artisti professionisti, assunti e formati da Fondazione Theodora per operare nei reparti ospedalieri pediatrici di alta complessità, per rendere meno gravoso ai piccoli pazienti e alle loro famiglie il ricovero e il percorso a contatto con la malattia. L’ultimo progetto messo in piedi si chiama Favole al telefono 2020, di cui è testimonial l’attrice Margherita Buy.

L’iniziativa è patrocinata da 100 Gianni Rodari, calendario ufficiale degli eventi di celebrazione dell’autore. Quest’anno ricorrono sia il centenario della nascita che i 40 anni dalla morte.

Favole al telefono 2020: Fondazione Theodora chi-ama Rodari

L’attrice Margherita Buy è testimonial del progetto “Favole al telefono 2020: Theodora chi-ama Rodari”. L’iniziativa è come sempre rivolta ai bambini ricoverati negli ospedali. Purtroppo l’emergenza sanitaria da Coronavirus ha reso impossibile ai Dottor Sogni di raggiungerli nei reparti, per prendersi cura di loro e portare un sorriso, un momento di svago e leggerezza nelle loro giornate. Dunque, vista l’impossibilità di raggiungerli fisicamente, perché non farlo…telefonicamente?

L’idea è presa in prestito dalle “Favole al telefono” del 1962: Gianni Rodari diede vita al ragionier Bianchi. Il personaggio durante i viaggi di lavoro chiamava ogni sera la sua bambina per raccontarle una favola, sempre da una città diversa.

fondazione Theodora

I Dottor Sogni, non potendo andare in corsia, interverranno dunque mettendo in gioco le loro voci, diventando narratori, per trasmettere ai piccoli pazienti ricoverati il loro affetto e il loro sostegno attraverso il calore delle loro voci, dall’altro capo del telefono.

Le telefonate per la favola della buonanotte avverranno dal 14 al 30 aprile fra le 19.00 e le 21.00 circa. Tutti i bimbi ricoverati negli ospedali in cui la Fondazione opera potranno richiederne e prenotarne una, per sentirsi meno soli e superare l’impossibilità del contatto fisico posta dall’emergenza sanitaria.

Si torna, dunque, all’ascolto, al potere evocativo della voce; si torna a fare affidamento sull’immaginazione e sulla fantasia, per superare questa crisi.

Articoli correlati

“Swans for Relief”: 32 ballerine in una performance virtuale lanciata da Misty Copeland a sostegno della danza

Giusy Dente

“Jersey 4 Jersey Benefit Show”: Jon Bon Jovi, Bruce Springsteen e altre celebrità in una raccolta fondi

Redazione

Il cast di “X-Files” su Zoom per beneficenza: anche David Duchovny e Gillian Anderson cantano la sigla

Giusy Dente

Lascia un commento