Wondernet Magazine
Cinema

Golden Globes, cambiano le regole per l’assegnazione: nomination anche ai film non usciti in sala

Uno dei primi settori colpiti dal coronavirus è stato quello dell’industria cinematografica. Sale chiuse in seguito alle restrizioni per il contagio, produzioni interrotte e uscite rimandate. La Giuria dei Golden Globes ha quindi cambiato il regolamento, forse accadrà anche per gli Oscar.

La pandemia da coronavirus ha avuto forti ripercussioni sul mondo del cinema. Si è reso necessario annullare e rinviare a data da destinarsi tutte le uscite dei prossimi mesi, e non solo. Anche i premi che vengono tradizionalmente conferiti a film, attori e registi vanno ripensati. I primi a cambiare le regole sono stati i Golden Globes.

La Hollywood Foreign Press Association, associazione dei giornalisti stranieri che lavorano a Los Angeles e che organizza i Golden Globes, ha reso noto che in queste ore sta provvedendo a modificare il regolamento della prossima edizione. Normalmente, per poter accedere alle nomination, i film dovevano essere mostrati in proiezioni private ai membri dell’associazione. In questo periodo però ciò è impossibile. I membri dell’associazione potrà visionare le nuove pellicole tramite dei link oppure in dvd.

Inoltre, per poter essere candidati,  i film dovevano necessariamente debuttare nelle sale. Per questo la Hollywood Foreign Press Association  ha dovuto apportare al regolamento un’altra modifica, che preveder che, nel periodo dal 15 marzo al 30 aprile, i titoli possano andare in prima visione anche in televisione o sulle piattaforme streaming.

Renée Zellweger, vincitrice del Golden Globe 2020 per “Judy”

Tali modifiche resteranno probabilmente in vigore finché i cinema rimarranno chiusi negli Stati Uniti, dove le restrizioni a causa del coronavirus sono iniziate con un paio di settimane di ritardo rispetto all’Italia. La prossima edizione dei Golden Globes dovrebbe tenersi una delle prime domeniche di gennaio 2021. Non è chiaro se gli Oscar seguiranno le stesse mosse. “Stiamo valutando tutti gli aspetti di un panorama incerto e le modifiche da applicare”, si legge in un recente comunicato dell’Academy Motion Pictures Arts and Sciences.

 

Articoli correlati

Jennifer Lawrence protagonista del film Netflix “Don’t Look Up”

Anna Chiara Delle Donne

James Bond a Matera: Daniel Craig nel capoluogo lucano per “No time to die”

Redazione Moda

Renée Zellweger è Judy Garland nel biopic diretto da Rupert Goold [TRAILER]

Laura Saltari

Lascia un commento