Wondernet Magazine
Televisione

Trenta Ore per la Vita torna in TV con Lorella Cuccarini e Rita dalla Chiesa

trenta ore per la vita
Dall’8 marzo al 29 marzo torna Trenta Ore per la Vita, per raccogliere fondi a sostegno delle mamme con la sclerosi multipla. Testimonial della campagna Lorella Cuccarini e Rita dalla Chiesa, in prima fila per ribadire l’importanza della ricerca.

L’associazione Trenta Ore per la Vita vanta 25 anni di attività, durante i quali ha supportato più di 800 progetti e oltre 60 organizzazioni. Dal 1994 svolge la sua attività in sette aree specifiche: disostruzione pediatrica, cardioprotezione, assistenza, emergenze, oncoematologia pediatrica, gravi patologie, disagio minorile.

Trenta Ore per la Vita contro la sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una grave malattia che colpisce il sistema nervoso centrale. Al momento non c’è una cura, anche se i progressi scientifici hanno portato alla messa a punto di terapie che ne possono rallentare il decorso e che possono migliorare la qualità della vita dei malati. Purtroppo interessa nella metà dei casi persone al di sotto dei 40 anni. In Italia sono 122 mila le persone affette da SM, con 3400 nuove diagnosi ogni anno: una ogni 3 ore. L’incidenza è maggiore tra le donne: due volte di più degli uomini.

E proprio alle donne si rivolge la campagna 2020 di Trenta Ore per la Vita.

Trenta Ore per la Vita: il progetto 2020

Quest’anno l’obiettivo di Trenta Ore per la Vita, che rinnova la sua collaborazione con AISM, è quello di estendere da 50 a 80 la rete di protezione, sostegno e assistenza per le mamme con SM. La campagna sarà ospitata dall’8 al 21 marzo su Sky e dal 23 al 29 marzo sulle reti Rai per proseguire, fino al 31 luglio 2020, con una serie di iniziative speciali sul territorio nazionale.

Un team di psicologi, consulenti legali, volontari e operatori professionali aiuterà le mamme con SM ad affrontare con più serenità la loro sfida contro la malattia, potendo usufruire di agevolazioni e sostegno sul piano sia pratico che morale: dall’orientamento professionale alla consulenza legale, passando per la semplice attività informativa sulla gestione della malattia.

Lorella Cuccarini, socio fondatore e testimonial dell’associazione, ha detto:

Una mamma con la sclerosi multipla va sostenuta. Grazie alla vostra generosità continueremo ad aiutare concretamente tante donne in 80 città italiane.

A farle eco, Rita dalla Chiesa:

I bambini sono i primi a risentire della malattia della mamma, sviluppando stati di disagio talvolta gravi che, a loro volta, richiederebbero un sostegno che la mamma, da sola, non può dare. Grazie al progetto di Trenta Ore per la Vita, tutti insieme potremo migliorare la loro vita e quella dei loro figli.

Come donare

trenta ore per la vita

Il numero solidale 45580 sarà attivo dall’8 marzo al 29 marzo:

  • 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce
    e Tiscali;
  • 5 euro per ciascuna chiamata da rete fissa, TWT, Convergenze e PosteMobile;
  • 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, e Tiscali.

Articoli correlati

Cosa c’è stasera in TV? La prima serata di mercoledì 22 gennaio

Redazione

Westworld III: su Sky dal 16 marzo torna il cult fantascientifico [TRAILER]

Redazione

“Il Cacciatore”: Francesco Montanari torna in TV nel ruolo del coraggioso magistrato antimafia

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento