Wondernet Magazine
Cinema

“L’ombra di Caravaggio”, la prima immagine del film di Michele Placido con Riccardo Scamarcio

"L'ombra di Caravaggio", la prima immagine del film di Michele Placido con Riccardo Scamarcio
È stata diffusa oggi la prima immagine del film di Michele Placido “L’ombra di Caravaggio”. La coproduzione italo-francese vede Riccardo Scamarcio nei panni del protagonista, insieme ad un cast stellare. Il film sarà al cinema dal 3 novembre

“L’Ombra di Caravaggio” è il quattordicesimo film da regista di Michele Placido, che per impersonare il tormentato artista seicentesco ha scelto Riccardo Scamarcio.

Il film, la cui sceneggiatura è di Sandro Petraglia, Michele Placido e Fidel Signorile, si preannuncia come “un film evento sull’intricata e avventurosa esistenza di Michelangelo Merisi  raccontato nelle sue profonde contraddizioni e nell’insondabile mistero del suo animo tormentato”. 

Il cast de “L’Ombra di Caravaggio”

L’esistenza di Caravaggio sarà nelle mani di un’Ombra, interpretata da Louis Garrel. Al loro fianco, molti altri interpreti straordinari, da Vinicio Marchioni a Lolita Chammah, da Alessandro Haber a Moni Ovadia, da Lorenzo Lavia a Brenno Placido. 

"L'ombra di Caravaggio", la prima immagine del film di Michele Placido con Riccardo Scamarcio
La prima immagine ufficiale del film “L’Ombra di Caravaggio”

Il debutto di Tedua nella recitazione

“L’Ombra di Caravaggio” segna inoltre l’esordio cinematografico di Tedua, pseudonimo di Mario Molinaro, 26enne rapper tra i più influenti della nuova scena musicale italiana. Sarà Cecco, ovvero Francesco Boneri (1580-1630) che di Michelangelo Merisi fu allievo, modello e verosimilmente anche amante.

Caravaggio, una rockstar ante litteram

Il film esplora l’intricata e avventurosa esistenza di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, già una popstar al suo tempo, raccontato nelle sue profonde contraddizioni e nelle oscurità del suo impenetrabile tormento. Ribelle e inquieto, devoto e scandaloso, indipendente e trasgressivo, il Caravaggio che Placido mette in scena è un’artista maledetto dal talento assoluto, ma soprattutto una rockstar ante litteram, un rebel without a cause costretto ad affrontare gli inquietanti risvolti di una vita spericolata – con le sue donne e i suoi demoni – in cui genio e sregolatezza convivono per regalarci un personaggio fuori dal tempo e un’icona affascinante e universale.

Articoli correlati

Il premio Oscar Bong Joon-ho: tra i 20 registi del futuro, Alice Rohrwacher e Pietro Marcello

Anna Chiara Delle Donne

Diabolik: il primo poster che svela il volto del personaggio interpretato da Luca Marinelli

Redazione

“Mancino Naturale”, la realtà del calcio giovanile nel film con Claudia Gerini

Alessia de Antoniis

Lascia un commento