Wondernet Magazine
Cinema

I migliori film del 21esimo secolo secondo i registi più famosi 

I migliori film del 21esimo secolo secondo i registi più famosi
Ora non siamo più costretti a passare ore, ogni sera, sulle piattaforme di streaming scorrendo i titoli proposti, indecisi su quale scegliere

Ci ha pensato l’autorevole quotidiano britannico The Guardian a chiedere l’opinione dei migliori registi al mondo riguardo ai migliori film del 21mo secolo. Curiosi di scoprire qual è il verdetto? Ecco quali sono!

I titoli preferiti dei registi 

Non c’è un parere unanime, ma c’è sicuramente un buon punto di partenza da cui iniziare a cercarlo: il Festival cinematografico di Cannes, uno degli eventi cinematografici più antichi del mondo. Quest’anno, la 75esima edizione si è tenuta dal 17 al 28 maggio 2022. 

Da qui parte per esempio la scelta di Barry Jenkins, che tra gli altri ha diretto Moonlight (2016). Questo regista ha votato Silent Light di Carlos Reygadas, vincitore del premio della giuria al Festival. La scelta di Kenneth Lonergan, regista di Conta su di me (2000), Margaret (2011) e Manchester by the Sea (2016), invece, è ricaduta su Parla con lei, film del 2002 scritto e diretto da Pedro Almodóvar, premiato proprio a Cannes. 

Invece Joshua Oppenheimer e Paweł Pawlikowski si ritrovano nell’indecisione totale del comune cinefilo: non sono arrivati a nominare una sola pellicola ma perfino sei, tra cui vediamo Dogtooth di Yorgos Lanthimos, e La ciénaga di Lucrecia Martel.

Paolo Sorrentino, per il quale non c’è bisogno di presentazioni, ha indicato come miglior pellicola del secolo The Wolf of Wall Street, di Martin Scorsese. 

I migliori film del 21esimo secolo secondo i registi più famosi

Come e dove vedere i film

Per godersi la visione di questa lista la scelta più funzionale ricade sull’utilizzo di piattaforme streaming come Netflix e Prime Video, che ad oggi si “contendono” i clienti a suon di aggiornamenti del catalogo. 

Tali cataloghi appaiono però limitati in base alla propria posizione geografica: per fare un esempio, dall’Italia in molti casi non è possibile vedere alcuni dei film presenti nella libreria disponibile per gli Stati Uniti. Un trucco molto utile per aggirare il problema è l’utilizzo di una rete privata virtuale; per capire meglio cosa è una VPN e come funziona è possibile leggere alcune guide approfondite su siti specializzati.

E per chi non vuole spendere? 

Esistono anche delle alternative gratuite per fruire i contenuti. Tuttavia, il risparmio si paga in comodità e l’esempio è VVVVID, piattaforma conosciuta nel mondo degli anime, ricca di interruzioni pubblicitarie. Esperienze più particolari si trovano invece nei siti di PopCorn TV, con pellicole datate e meno conosciute, soprattutto straniere, e My Movies Live, che fa da cinema virtuale in cui vengono proiettate le pellicole a un orario preciso come al cinema. Per vederle, proprio come in sala, occorre prenotare il proprio posto a sedere, selezionandolo tra quelli disponibili in una sala virtuale con biglietti limitati. 

Articoli correlati

“Strappare lungo i bordi”: alla Festa del Cinema Roma il nuovo film di Zerocalcare

Alessia de Antoniis

A Natale Benigni sarà Geppetto e Proietti Mangiafuoco nel “Pinocchio” di Matteo Garrone [TRAILER]

Anna Chiara Delle Donne

Timothée Chalamet, la prima foto nei panni di Willy Wonka

Camilla Di Spirito

Lascia un commento