Wondernet Magazine
LIFESTYLE

Aspirapolvere senza filo: come scegliere il modello migliore?

aspirapolvere senza filo come scegliere il migliore
Con il passare degli anni lo sviluppo tecnologico ha letteralmente stravolto le nostre abitudini, anche quelle più comuni. Anche le faccende domestiche sono state letteralmente rivoluzionate dalla tecnologia che ormai ha reso arcaici strumenti come scopa, secchio, ecc

Tra gli strumenti per la pulizia della casa più utilizzati oggi c’è sicuramente l’aspirapolvere senza filo, uno strumento utile, veloce e semplice da usare. Infatti, rispetto ad un modello tradizionale, l’aspirapolvere senza filo è leggero e maneggevole, e non vi è l’ingombro del filo durante le operazioni di pulizia. Il funzionamento di questo strumento, infatti, avviene grazie alle batterie ricaricabili.

Come scegliere un’aspirapolvere senza filo?

In commercio esistono diverse tipologie di aspirapolvere senza filo, scegliere quello più adatto alle proprie esigenze non è affatto semplice. In ogni caso, onde evitare errori, è bene preferire sempre modelli di qualità e duraturi, come gli aspirapolvere senza filo Rowenta. 

Ma quali sono i parametri da prendere in considerazione per effettuare la propria scelta? In primis occorre considerare la manovrabilità, la potenza, l’autonomia, il peso etc. In merito alla manovrabilità, alcuni modelli, specialmente i più vecchi, sono più pesanti e difficili da spostare da una stanza all’altra; se si ha necessità di spostare l’aspirapolvere da un piano all’altro, la leggerezza è fondamentale. Inoltre, è preferibile orientarsi sui modelli particolarmente silenziosi, per non disturbare le altre persone in casa o i vicini. 

Aspirapolvere senza filo, come scegliere il modello migliore

Bisogna, poi, controllare il filtro. Deve essere facile da rimuovere nonché da pulire e riposizionare. Esistono modelli con tipologie di filtri differenti; tuttavia, la scelta migliore, specialmente se si soffre di allergie al polline o alla polvere, (o altri disturbi respiratori) è il filtro HEPA. Ancora, è importante la batteria e l’autonomia di utilizzo. Se la superficie da pulire è piuttosto ampia, infatti, è preferibile optare per modelli con un’autonomia di almeno un’ora, per poter completare la pulizia in tutta tranquillità e senza interruzioni. Infine, tra i criteri di scelta bisogna citare anche la potenza di aspirazione, espressa in watt.  In genere, un’aspirapolvere ottimale ha una potenza di almeno 200 watt.

Aspirapolvere senza filo, come scegliere il modello migliore

Perché scegliere un’aspirapolvere senza filo?

Ma quali sono i vantaggi di scegliere un’aspirapolvere senza filo rispetto a un modello tradizionale? Come già detto, i punti di forza di questi strumenti di pulizia sono la leggerezza e la facilità di utilizzo. Un altro punto di forza è che non sono ingombranti e quindi permettono di pulire superfici anche piuttosto ampie senza alcun fastidio, o limitazioni dei movimenti dovute al cavo. In questo modo, inoltre, è possibile raggiungere anche i punti più difficili, ed aggirare gli ostacoli, come ad esempio i mobili che non possono essere spostati. 

Aspirapolvere senza filo, come scegliere il modello migliore

L’assenza del filo, inoltre, consente un utilizzo dell’aspirapolvere anche all’esterno dell’abitazione, ad esempio per pulire la tappezzeria di una vettura. Molti aspirapolvere senza filo, ancora, consentono di limitare i consumi, grazie alle batterie di ultima generazione a risparmio energetico. Quest’ultimo aspetto è proficuo sotto diversi punti di vista, da un lato permette di risparmiare in bolletta, dall’altro evita un impatto negativo sull’ambiente. 

Articoli correlati

Vivi a Milano e sei single? Ti presentiamo la nuova app che sta riscuotendo grandi consensi in città

Redazione

Il Single’s day, dalla Cina la più grande giornata di shopping online del mondo

Michelle Scalzo

“Ai tempi del virus”, i racconti di giornalisti e scrittori in un eBook collettivo

Giusy Dente

Lascia un commento