Wondernet Magazine
Televisione

Sanremo Giovani 2021: si abbassa l’età per partecipare e FIMI storce il naso sulla questione diritti

sanremo giovani amadeus
Terminato un Festival di Sanremo, ecco che è già tempo di pensare al successivo! L’organizzazione dell’edizione 2021 è cominciata mesi fa. Grazie agli ottimi risultati ottenuti al suo debutto, Amadeus ha ottenuto di nuovo sia la direzione artistica che la conduzione della kermesse.

E quella del 2021 sarà un’edizione particolarmente importante, visto che sarà la prima dopo l’emergenza sanitaria e la pandemia. «Edizione della rinascita dopo il Coronavirus», l’ha definita Amadeus stesso. Sicuramente molte novità verranno svelate nei prossimi mesi. Grande attesa c’è in merito ai cantanti in gara e agli ospiti, ovviamente, ma intanto è stato pubblicato il regolamento per Sanremo Giovani, che presenta novità.

sanremo giovani

Sanremo Giovani 2021: nuova formula

Da poco è online sul sito della kermesse musicale il regolamento contenente i requisiti da soddisfare per partecipare alla gara e tutte le info sullo svolgimento. Balza subito agli occhi l’abbassamento del limite di età per partecipare alle selezioni: da 36 a 33 anni.

Si potrà presentare la propria candidatura dal 1° settembre al 1° ottobre e bisognerà superare una dura selezione. Prima la Commissione Musicale procederà agli ascolti dei brani ammessi, poi effettuerà una prima selezione, poi ci sarà l’audizione per accedere alla fase semifinale.

Quest’ultima si svolgerà durante le 5 puntate di AmaSanremo, in onda in seconda serata su Rai1 dal 29 ottobre al 26 novembre. Vi arriveranno in venti, ma poi solo dieci giovani promesse della musica italiana arriveranno in finale. Qui si sfideranno per guadagnarsi ufficialmente uno dei sei posti della sezione Nuove Proposte dell’edizione numero 71 del Festival di Sanremo. Altri due posti saranno assegnati attraverso le selezioni di Area Sanremo.

Dunque saranno in otto, a salire sul prestigioso palcoscenico del Teatro Ariston.

sanremo giovani

La polemica

Enzo Mazza, presidente FIMI (Federazione dell’Industria Musicale Italiana) è rimasto molto deluso.

A non andargli giù è stata la decisione della Rai di pubblicare il regolamento di Sanremo Giovani prima di definire tutti i dettagli sui diritti delle esibizioni dei cantanti e sull’utilizzo dei contenuti del Festival.

«Come avvio dell’edizione 2021 si comincia malissimo», ha commentato.

 

Articoli correlati

“Che Storia è la Musica”: il giorno di Natale, in prima serata su Rai3, Ezio Bosso racconta la vita e le opere di Čajkovskij

Anna Chiara Delle Donne

Luca Argentero: «Abbiamo finito di girare le nuove puntate di “Doc-Nelle tue mani”, le vedrete in autunno»

Redazione

“L’amica geniale – Storia del nuovo cognome”: la trama dei primi due episodi in onda dal 10 febbraio

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento