Wondernet Magazine
Pets

Come si calcola l’età del nostro cane? È sbagliato moltiplicare per 7 gli anni dell’uomo, ecco la formula giusta

Da uno studio condotto dagli scienziati della University of California, San Diego, e pubblicato sulla rivista Cell Systems, è emerso che il tradizionale sistema di calcolo dell’età dei cani moltiplicando per 7 gli anni umani è falso.

Da sempre siamo stati abituati a calcolare l’età del nostro cane moltiplicando per 7 l’età umana. Gli amici a quattro zampe vivono un tempo molto inferiore a quello della durata media della vita umana. Quasi per dare una risposta a questa realtà, a volte difficile da accettare, sin da bambini siamo abituati ad usare il classico metodo della moltiplicazione per 7: 3 anni del cane sono i nostri 21, 5 corrispondono ai 35 umani, e così via. A quanto pare, invece, questa formula è falsa. 

Lo hanno scoperto gli scienziati della University of California, San Diego, che hanno pubblicato su Cell Systems la prima formula scientifica obiettiva per contare gli anni di Fido paragonandoli ai nostri. Gli autori hanno anche disegnato un divertente grafico per calcolare l’età del proprio cane paragonandola con quella umana, prendendo come riferimento l’attore e regista Tom Hanks, che di anni quest’anno ne ha compiuti 63.

età del cane
Photo Credits: Cell Systems

 

Per fare questa scoperta i ricercatori hanno sottoposto a dei test epigenetici (cioè che incrociano l’influenza dell’ambiente e dello stile di vita sul genoma) un gruppo di Labrador. Questa razza è una delle più diffuse e amate al mondo, e i cani Labrador godono perciò di uno stile di vita sano e ben monitorato.  Nonostante ciò, questi cani invecchiano velocemente e la curva della senescenza inizia rapidamente, fin dalla nascita. 

La vera età del cane, come si vede dal grafico, non è quindi comparabile linearmente come nel classico metodo 1:7. I cani “invecchiano” molto rapidamente rispetto agli esseri umani, specialmente quando sono giovani. Un cane di un anno è già estremamente simile ad un uomo trentenne. A 4 anni, invece, il migliore amico dell’uomo è comparabile a un cinquantaduenne. Al compimento dei 7 anni, l’invecchiamento canino rallenta considerevolmente. 

Il limite dell’indagine, a detta degli stessi scienziati del team di ricerca, è legato all’avere monitorato solo i Labrador. L’orologio epigenetico potrebbe variare di razza in razza, dato che alcune tendono a vivere più a lungo di altre. Quindi il team si prepara ad ampliare lo studio, prendendo in considerazione altre razze di cane.

Articoli correlati

Da Matilda Ferragni al barboncino di Orlando Bloom: gli animali delle star

Valentina Turci

7 buoni motivi per cui vale la pena adottare un gatto e non pentirsene

Michelle Scalzo

Bonus animali domestici: la LAV chiede sostegno economico per chi possiede cani e gatti

Giusy Dente

Lascia un commento