Wondernet Magazine
MODA

Gucci Equilibrium: la Maison punta su energie rinnovabili e moda sostenibile

gucci equilibrium
La moda si fa sempre più attenta alle problematiche ambientali, impegnandosi a promuovere cambiamenti da cui possa trarre giovamento anche il pianeta che abitiamo. Gucci ha abbracciato questa filosofia green: la maison è vicina alle tematiche della sostenibilità e lo dimostra su diversi fronti.

Proprio ieri Gucci ha lanciato il nuovo profilo dedicato al progetto Equilibrium e ha rinnovato il relativo sito web. Il portale, nato nel 2018, raccoglie una molteplicità di voci intorno a temi cruciali oggi più che mai per il mondo in cui viviamo. E la conversazione, il dibattito intorno a queste questioni, è fondamentale, perché da questo dialogo e da questo confronto possono scaturire proposte e idee costruttive. L’orientamento è quello della consapevolezza, dell’attivismo, dell’impegno e della collaborazione tra gli individui: il tutto, per il bene della collettività e del pianeta. Un bene a cui Gucci pensa anche ponendosi obiettivi importanti, come ridurre la produzione di gas inquinante ed incrementare l’utilizzo di energie alternative pulite.

Gucci Equilibrium

Il portale riunisce in una community tutti coloro che sono interessati a saperne di più sulla salvaguardia del clima e che si vogliono battere per un mondo pulito, equo e solidale. Il progetto di Gucci vuole incrementare il dialogo e rendere sempre più globale la community, per diffondere messaggi positivi a chiunque.

Tra questi anche i leader di diversi settori, a cui è rivolta l’iniziativa CEO Carbon Neutral Challenge (per la protezione ambientale). Ma ci sono anche i finanziamenti sotto forma di borse di studio del programma Gucci Changemakers, rivolto invece a giovani talenti sottorappresentati nell’industria della moda.

Persone e Pianeta: sono queste le due parole chiave, l’anima del progetto, i due pilastri portanti. «Gucci Equilibrium ha la capacità di richiamare e unire una comunità di voci diverse con il compito di aiutare a percorrere al meglio la strada che ci attende» ha dichiarato Marco Bizzarri, Presidente e CEO di Gucci.

La Maison amica dell’ambiente

Secondo i risultati del conto economico ambientale 2019 resi noti da Gucci, c’è stata una notevole riduzione degli impatti ambientali totali rispetto al 2018: del 21%.

La maison Gucci ha obiettivi importanti da raggiungere entro il 2025. Il tutto fa parte di un progetto decennale dedicato e si può dire che sia perfettamente in linea sulla tabella di marcia.

L’azienda si è riproposta di abbassare le emissioni di gas serra e passare all’energia verde. Ad oggi il brand ha raggiunto un utilizzo dell’83% di energie rinnovabili tra stabilimenti, uffici e negozi. Ma punta ancora più in alto: ad arrivare al 100% entro la fine del 2020.

E poi ci sono l’estensione di processi produttivi sostenibili, l’incremento dell’uso di materie prime riciclate e di fibre biologiche nelle collezioni, l’utilizzo di metalli preziosi e oro 100% etico per la gioielleria.

Articoli correlati

Le muse del cinema che ispirano le collezioni di Piazza Sempione in una “top movies list”

Redazione

Raf Simons nuovo co-direttore di Prada dalla prossima stagione PE 2021

Valentina Turci

La stampa Vichy ritorna come tendenza della Primavera Estate 2020

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento