Wondernet Magazine
Televisione

Torna in TV “Il giovane Montalbano”, con Michele Riondino e Sarah Felberbaum

Al via da lunedì 1° giugno su Rai1, “Il giovane Montalbano”, con le indagini del più amato e seguito commissario della TV. Protagonista è l’attore Michele Riondino.

Torna in TV  Il giovane Montalbano, tratto dalla penna di Andrea Camilleri e interpretato da Michele Riondino. Dopo il successo delle repliche deIl Commissario Montalbano, lo spettatore seguirà i primi passi compiuti dall’acerbo Salvo come uomo dell’ordine al commissariato della cittadina siciliana di Vigata. Si inizia con il film La prima indagine, per la regia Gianluca Maria Tavarelli. Ad affiancare l’attore Michele Riondino troveremo Sarah Felberbaum, nei panni della giovane Livia.

Il film è tratto dall’omonimo racconto contenuto nella raccolta La prima indagine di Montalbano, e da Cinquanta paia di scarpe chiodate contenuto nella raccolta Un mese con Montalbano dello scrittore Andrea Camilleri.

Salvo Montalbano è un giovane vicecommissario in servizio a Mascalippa, uno sperduto paese di montagna siciliano. Il carattere di Montalbano, insofferente alle regole e attento più all’umanità delle persone che alle apparenze, si manifesta già in questo suo periodo di apprendistato.

A seguito di una promozione, viene poi trasferito a Vigata dove aveva già vissuto da ragazzo dopo la morte della madre e dove vive ancora suo padre, con cui Salvo non sembra avere un buon rapporto. Nel commissariato di Vigata, Montalbano troverà quella famiglia che non ha mai avuto.

Nel cast troveremo anche Alessio Vassallo, Andrea Tidona, Fabrizio Pizzuto, Beniamino Marcone, Adriano Chiaramida, Alessio Piazza, Giuseppe Santostefano, Carmelo Galati e Massimo De Rossi. 

 

Articoli correlati

“Casa Detto Fatto”: dal 7 marzo Bianca Guaccero in onda anche il sabato mattina

Grande Fratello Vip: sono Adriana Volpe e Sonia Bruganelli le nuove opinioniste

Camilla Di Spirito

Naomi Campbell non sarà a Sanremo: a rappresentare la moda, la supermodella Vittoria Ceretti

Redazione

Lascia un commento