Wondernet Magazine
SOLIDARIETÀ

“Lo stadio in un cassetto”: 21 calciatori cantano a sostegno della Protezione Civile

Mentre gli stadi sono ancora chiusi e i tornei fermi, i calciatori si sono riuniti, ma non sul campo da gioco, non per una partita. Stavolta lo sport non c’entra, l’iniziativa ha a che fare con la musica e con la solidarietà. Diversi campioni della Lega Serie A, infatti, si sono cimentati in un’inedita prova che li ha visti nelle vesti di cantanti, per una giusta causa: raccogliere fondi per la Protezione Civile.

Il brano a cui hanno dato vita tutti insieme si intitola Lo stadio in un cassetto. Tutti gli introiti derivanti dalla diffusione e commercializzazione della canzone saranno interamente devoluti al fondo Sempre con voi della Protezione Civile, che dà sostegno ai familiari dei medici e del personale sanitario che hanno perso la vita nella lotta al Covid-19.

Campioni a distanza: i calciatori diventano cantanti

I Campioni a distanza sono un gruppo di 21 sportivi appartenenti al mondo del calcio, che per una volta si sono cimentati con la musica, improvvisandosi cantanti. Il tutto, per scopo benefico. Tra i partecipanti all’iniziativa figurano Alessandro Florenzi, Andrea Pirlo, Alessandro Bastoni, Danilo D’Ambrosio, Andrea Ranocchia, Samuel Eto’o, Ciro Ferrara, Luca Toni e Nicola Ventola.

La canzone a cui hanno dato vita si intitola Lo stadio in un cassetto, scritta durante la quarantena da Giulia Anania, Marta Venturini e Diego Calvetti. Il brano è presentato da Warner Chappell Music Italiana e Apollo Records, con la collaborazione di Stars on Field e il patrocinio di Lega Serie A. La distribuzione porta la firma di Warner Music Italy.

lo stadio in un cassetto

Come spiegato dalla cantautrice Giulia Anania, la canzone nasce da una sua poesia, La canzone a distanza, dedicata all’amica e collega Marta Venturini. «Con lei scrivo le mie canzoni più belle e non potevo vederla a causa del lockdown», ha spiegato sui social.

La poesia è stata prima interpretata da due grandi attori: Paola Minaccioni e Francesco Montanari. Poi è diventata la canzone dei 21 campioni del calcio italiano, su idea di Roberto Razzini (Managing Director di Warner Chappell Music Italiana): sua l’idea di far diventare il brano un inno benefico cantato dal mondo del calcio. Gli sportivi, infatti, l’hanno cantata col titolo (pensato da Diego Calvetti) Lo stadio in un cassetto, con lo scopo di raccogliere fondi per la Protezione Civile.

I contributi audio sono stati registrati dai calciatori nelle loro abitazioni, così come i contributi video.

Lo stadio in un cassetto, il video ufficiale

Articoli correlati

Mattia Roperto: una raccolta su Gofundme per progetti di educazione stradale e guida consapevole, in memoria del 14enne investito a Roma

Laura Saltari

Anche DROMe converte la propria attività e realizza mascherine da donare agli ospedali

Redazione

Roby Facchinetti e Stefano D’Orazio, una canzone per Bergamo

Redazione

Lascia un commento