Wondernet Magazine
EVENTI MODA

ITS International Talent Support 2020: “Here We Belong”, all’insegna della moda ecologica e sostenibile 

L’emergenza Covid-19 non ferma l’ITS International Talent Support, talent della moda fondato nel 2002 dalla triestina Barbara Franchin. Annunciati i 36 finalisti della 19ma edizione, tutta all’insegna della creatività sostenibile.

I 33 finalisti della 19ma edizione di ITS, selezionati tra 600 candidati, sono stati scelti in remoto dalla giuria. Provengono da 16 Paesi e sono suddivisi in quattro categorie: moda, artwork, gioielli e accessori.   Due di loro provengono da accademie italiane: sono l’ecuadoregno Felipe Fiallo (Istituto Marangoni di Firenze) e una coppia giapponese, Rei Sato e Jumi Tanabe (Accademia Costume & Moda di Roma).

L’evento finale di ITS 2020, la 19ma edizione dell’International Talent Support in programma a Trieste il 17 luglio, è stato rinviato al 23 ottobre. Il luogo dove si svolgerà l’evento non è stato ancora deciso:

«Tutto il mondo degli eventi sta pensando a nuovi formati, che saranno fisico-virtuali. Stiamo lavorando su questo anche noi e a metà luglio lo racconteremo», ha dichiarato Barbara Franchin, fondatrice e direttrice di ITS.

its
Barbara Franchin

Here we belong” è il claim di ITS 2020

Un grido di appartenenza ad un mondo. «Un’affermazione delle proprie origini, senza logiche di possesso ed esclusione. Non è il luogo che ci appartiene: siamo noi che apparteniamo al luogo», spiega Barbara Franchin. «Perché quello a cui ci riferiamo non è necessariamente un luogo fisico, ma piuttosto ‘un modo’: un modo comune di sentire e di porsi verso la vita, un modo che ci sostiene e ci ancora, come le radici di un albero. Come una famiglia, siamo connessi e legati da un’appartenenza comune, che fa di ITS la casa dei giovani creativi di tutto il mondo».

Anche in questa edizione 2020, il supporto e la partnerhsip continuativa di Regione Friuli Venezia Giulia, Promoturismo FVG, Comune di Trieste e Fondazione CRTrieste, come i patrocini di Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Fondazione Friuli e Fondazione CariGo, compagni di strada di International Talent Support, hanno un grande valore non solo per la rilevanza istituzionale del progetto, ma anche per le sue radici sul territorio: “here we belong” significa anche questo. 

its
Un’immagine dell’edizione ITS 2019

Un’edizione all’insegna della sostenibilità della moda

I trend spaziano dal mix & match, con gli eccessi creativi e dirompenti cosí tipici dell’affermazione di una giovane generazione creativa, in cui il gender non ha piú limiti e confini e in cui fluidità pare essere la non-regola accettata, fino all’essenzialità piú pura, alla pulizia in cui pochi dettagli forti emergono ed esplodono. E’ la rivincita dell’interiorità contro l’esteriorità, dell’essere in luogo dell’apparire. 

Ma è la sostenibilità in tutte le sue forme – ambientale, sociale, umana nel suo senso piú profondo – il fil Rouge di ITS2020. Segue molti percorsi: l’up-cycling, il re-cycling, zero-waste, colori e tinture naturali, tessuti bio. L’elemento ricorrente è la ricerca e il riutilizzo di oggetti e materiali che i giovani talenti creativi trovano intorno a sé, oppure vanno a ricercare, portando con sé una storia, che grazie a questa azione rigenerante torna alla ribalta, con significati e interpretazioni nuove, vive, uniche. 

its
Barbara Franchin e Renzo Rosso

Tra i partner di ITS 2020, oltre a Swatch e Illycaffè c’è il Gruppo OTB, al quale fanno capo marchi iconici come Diesel, Maison Margiela, Marni, Viktor&Rolf, Amiri, e aziende all’avanguardia come Staff International e Brave Kid.  International Talent Support è realizzato con il Patrocinio di: Ministero dei Beni Culturali, Pitti Immagine, Camera Nazionale della Moda Italiana, Fondazione Ferragamo. 

Articoli correlati

Bottega Veneta inaugura un pop-up store chic-underground a Brooklyn

Paola Pulvirenti

Prada SS2021, la prima campagna sotto la co-direzione creativa di Raf Simons

Paola Pulvirenti

Motivi, la nuova capsule di cappotti: modelli classici, reinterpretati in chiave girly

Lascia un commento