Wondernet Magazine
Cinema

Woody Allen : “A proposito di niente”, arriva l’autobiografia destinata a far discutere

Woody Allen torna a far parlare di sè con ”A proposito di niente”, un’autobiografia dove racconta la storia completa della sua vita privata e artistica. Il libro uscirà il 9 Aprile, ma sta già facendo discutere per le vicende legate al #metoo nelle quali il regista è stato coinvolto.

L’attore e regista Woody Allen ha deciso di scrivere tutta la sua verità. In contemporanea mondiale, dal 9 Aprile sarà pubblicato il libro rivelazione di Allen che svela tutta la sua vita privata e professionale. L’autobiografia racconterà la figura dell’artista attraverso il suo costante impegno nel cinema, in teatro, in televisione, nei nightclub e nella stampa.

Allen ha voluto inserire all’interno della sua biografia anche il racconto del suo rapporto con la famiglia, gli amici e gli amori della sua vita. Il Premio Oscar è sposato, dal 1997, con l’attrice statunitense di origine sudcoreana Soon-yi Farrow Previn. In Italia, il libro di Woody Allen sarà pubblicato da La nave di Teseo.

Elisabetta Sgarbi, presidente della casa editrice, ha dichiarato: «Sono felice ed onorata che  Woody Allen abbia scelto La nave di Teseo per pubblicare la sua autobiografia, che attendevamo da molti anni; e che abbia scelto di continuare a lavorare con i suoi editori di sempre, primo fra tutti Umberto Eco, per noi una presenza viva, che per primo lo portò, come scrittore, in Italia».

Dopo la notizia dell’imminente uscita del caso editoriale dell’anno, sembrano esserci già delle polemiche. Dylan Farrow, la figlia adottiva di Allen, ha espresso il suo disappunto sull’autobiografia del padre definendola “profondamente inquietante”, come riferiscono molti media statunitensi.

Woody Allen è stato coinvolto in alcune vicende legate al #MeToo. Riguardo a queste vicende, la figlia adottiva del regista newyorkese, ha espresso , in un lungo post, i suoi pensieri.

«La pubblicazione delle memorie di Woody Allen da parte Hachette è profondamente sconvolgente per me, e un totale tradimento per mio fratello. Per la cronaca, non sono mai stata contattata per verificare le informazioni in questa autobiografia» .

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Stefano Accorsi torna in sala dall’8 ottobre con il film di Stefano Mordini “Lasciami Andare”

Redazione

Serena Rossi madrina della 78ma Mostra del Cinema di Venezia

Redazione

“Salvatore, shoemaker of dreams”: a Venezia il film di Guadagnino su Ferragamo

Redazione

Lascia un commento