Wondernet Magazine
NEWS

Addio a Flavio Bucci, interprete di Antonio Ligabue e del Marchese del Grillo

L’attore Flavio Bucci, 72 anni, si è spento questa mattina in seguito ad un malore improvviso, forse un infarto. A dare l’annuncio è stato il sindaco di Fiumicino con un post su Facebook.

«È morto Flavio Bucci, il grande interprete noto per il personaggio di Antonio Ligabue e decine di film come il Marchese del Grillo». Queste le parole, accompagnate da un primo piano dell’attore, con le quali il sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha dato l’annuncio su Facebook. Flavio Bucci aveva 72 anni, e da qualche tempo risiedeva a Passoscuro, sul litorale romano. Sarebbe stato un infarto, secondo le prime informazioni, a far smettere di battere il cuore dell’attore.

Quando un artista se ne va lascia sempre un gran vuoto. Mi dispiace molto della scomparsa dell'attore Flavio Bucci, che…

Publiée par Esterino Montino sur Mardi 18 février 2020

 

Nato a Torino il 25 maggio del 1947  da una famiglia originaria della provincia di Foggia, Flavio Bucci ha studiato recitazione al Teatro Stabile. Nel 1968 si trasferisce a Roma e debutta a teatro con “L’arcitreno” di Silvano Ambrogi.

L’esordio cinematografico risale al 1972 con il film di Elio Petri “La classe operaia va in Paradiso”, accanto Gian Maria Volontè e a Mariangela Melato. Petri lo dirigerà anche ne “La proprietà non è più un furto” (1973) con Ugo Tognazzi. Seguiranno molte altre pellicole. La grande popolarità arriva con il ruolo di protagonista nel film tv biografico “Ligabue” del 1977, per il quale Flavio Bucci vince il Nastro d’Argento come miglior attore. Bucci recita anche in altre opere televisive come “Circuito chiuso” (1978), “I problemi di Don Isidoro” (1978) e la miniserie “Martin Eden” (1979). Viene diretto anche da Dario Argento nell’horror “Suspiria” (1977). Nel 1981 è Don Bastiano nel film di Mario Monicelli “Il marchese del Grillo”, con Alberto Sordi.

Negli ultimi anni Flavio Bucci aveva confessato, anche in tv, di aver vissuto dei momenti molto difficili. «Non ho più soldi – aveva detto in un’intervista al Corriere della Sera – ho speso tutto in donne, vodka e cocaina».

Articoli correlati

Joaquin Phoenix arrestato a Washington durante una manifestazione per l’ambiente

Redazione

Luna di fragola: l’eclissi che ci terrà col naso all’insù il 5 giugno

Giusy Dente

Coronavirus: Tom Cruise bloccato in un hotel a 5 stelle di Venezia

Laura Saltari

Lascia un commento