Wondernet Magazine
LIFESTYLE MODA

La nuova frontiera della moda sostenibile è un’app per il baratto degli abiti

Che i nostri armadi siano popolati da vestiti che non usiamo più, da altri che non sono più alla moda (e che forse non torneranno ad esserlo) e da altri ancora che davvero non sappiamo in quale occasione utilizzare, è un dato di fatto

Ma le cose stanno cambiando, perché anche il mondo della moda si sta avvicinando a passo veloce al trend dell’eco-fashion ovvero la moda sostenibile. Questo permette, tra l’altro, di fare ordine nella giungla di vestiti che non mettiamo mai, utilizzandoli nel modo più saggio. Tra le dinamiche di punta dell’eco-fashion, ad esempio, esiste il baratto degli outfit ed è presente un’applicazione che consente a chiunque di scegliere questa modalità.

Baratto, vendita e meno sensi di colpa: Xtribe è l’app ideale per darsi all’eco-shopping 

L’app si chiama Xtribe, ha oltre 700.000 download, e consente agli utenti di vedere i prodotti e servizi in vendita o che abbracciano le logiche del baratto, nelle immediate vicinanze. Grazie ad un sistema di geolocalizzazione, infatti, Xtribe indica chi e cosa sta vendendo o barattando. Per mezzo di una chat interna, è possibile contattare il venditore e organizzarsi per un incontro. 

In questo modo, non solo si ha la possibilità di sbarazzarsi di tutte quelle cianfrusaglie che infestano le case e gli armadi. Si ha anche l’opportunità, in modo totalmente eco-friendly, di venderle o di trovare qualcosa di nuovo che qualcuno non vuole più e averlo, utilizzando il baratto.

Insomma: un nuovo acquisto senza i sensi di colpa dei soldi spesi e con la certezza di aver agito a favore dell’ambiente. Infatti si evita l’utilizzo di mezzi di trasporto o corrieri, e si incontra un utente del proprio quartiere, riducendo le emissioni di CO2.

Soprattutto moda, ma non solo: il 25% degli affari su Xtribe viene fatto con il baratto

Ma in quanti preferiscono la moda sostenibile? Xtribe svela che circa il 30% dei prodotti che sono presenti sul marketplace aderiscono alla categoria abbigliamento e che il 25% degli affari viene concluso anche con la modalità del baratto, non solo nella categoria abbigliamento. 

Insomma, un acquisto su quattro nel marketplace di Xtribe viene eseguito anche con il baratto. I numeri, dati i trend legati all’eco-sostenibilità, tenderanno a crescere considerata l’attenzione sempre maggiore verso le tematiche ambientali.

Con Xtribe, poi, non solo si sposa una causa che al giorno d’oggi è rilevante e di valore, ma si contribuisce anche ad aiutare i piccoli negozi, quelli storici, a continuare le loro attività commerciali.

Articoli correlati

“The Refined Rebel”: la collezione FW20 di H&M ispirata a David Bowie e a Violet Paget

Redazione Moda

Roger Vivier: il fashion show della collezione Autunno/Inverno 2021 omaggia le grandi icone del passato

Laura Saltari

Tendenze autunno: l’argento domina le Fall Winter Collection 2020

Redazione Moda

Lascia un commento