Wondernet Magazine
Mamma&Bambino

Dolcetto o scherzetto? I consigli dell’odontoiatra per un Halloween a prova di… carie!

Mancano ormai pochissimi giorni ad Halloween. La festività, ormai entrata a far parte della nostra tradizione, è particolarmente attesa dai più piccini. I bimbi non vedono l’ora di indossare costumi e maschere “spaventose”, ma anche e soprattutto di assaggiare le gustose leccornie raccolte attraverso la fatidica richiesta: dolcetto o scherzetto?

I bambini sono tentati dalle caramelle a forma di zucca o fantasmi, ma i genitori devono stare attenti alle ricadute che questo eccesso di zuccheri potrebbe avere sui loro denti. In vista della notte delle streghe, la dott.ssa Maria Gabriella Grusovin, odontoiatra di Top Doctors, la piattaforma online che mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori specialisti di tutto il mondo, ha stilato una lista di consigli per un Halloween a prova di… carie.

 

Meglio il cioccolato, perché contiene oli che fermano i batteri

I cacao-dipendenti possono stare (relativamente) tranquilli: i dolci migliori, per la salute dentale, sono sicuramente quelli a base di cioccolato. Non solo perché è più facile lavarne via i residui dai denti, ma anche perché nel cioccolato sono contenuti degli oli in grado di inibire l’attività dei batteri. È da preferire il fondente, che ha una minore concentrazione di zuccheri rispetto al cioccolato al latte e a quello bianco.

carie

Evitare le caramelle

Non è una novità: le caramelle, di tutti i tipi, sono molto rischiose per la nostra salute orale. Quelle gommose, infatti si appicciano ai denti e rimuoverle è complesso. Quelle dure vengono tendenzialmente tenute in bocca a lungo, per farle “sciogliere”, aumentando così il rischio carie e, quando le si morde, c’è il pericolo che i denti si spezzino. Le caramelle acidule, infine, alterano il PH della bocca creando l’ambiente perfetto per l’agire e il proliferare dei batteri.

carie

(Ancora più) attenzione all’igiene orale

Non è giusto privare un bambino della gioia di un dolcetto, ma è importante porre ancora più attenzione del solito all’igiene orale. Se si mangiano caramelle o altri dolci, è fondamentale invitarlo a lavarsi subito bene i denti e, per limitare i danni, bere dell’acqua: in questo modo, si rimuovono infatti i residui dai denti e si riduce l’acidità nel cavo orale.

In caso di fastidio a denti o gengive, subito dal dentista

Il segreto, come sempre, è quindi nella moderazione e nella massima attenzione, soprattutto quando sono coinvolti i bambini. “Se proprio non si vuole rinunciare alle caramelle, meglio sceglierne di acariogene, dolcificate con polioli, come per esempio lo xilitolo” consiglia la dottoressa Grusovin, che prosegue: “Nel caso in cui un bambino avverta dolore mangiando un dolce, il consiglio è di effettuare subito una visita di controllo dal dentista di fiducia: può essere infatti segno della presenza di una carie. Inoltre, è importante controllare sempre i denti dei bambini, anche quelli cosiddetti da latte”.

Articoli correlati

Bambini, la salute dei denti ai tempi del Covid: i consigli degli specialisti 

Redazione

44 Gatti 2: dal 2 marzo su Rai Yoyo la seconda stagione del cartone

Redazione

Me contro Te: i due YouTuber amatissimi dai bambini al loro esordio sul grande schermo

Michelle Scalzo

Lascia un commento