Wondernet Magazine
FOOD

Boccaccesca 2019: nel borgo medievale di Certaldo il cibo si fa musica

Dal 4 al 6 ottobre a Certaldo (FI) la 21esima edizione della “Boccaccesca”,  manifestazione dedicata alla cucina e all’arte del buon vivere. Musica nel piatto con i cooking show

A Certaldo la musica nel piatto: il parte 4 ottobre,  Boccaccesca, la rassegna che fino a domenica 6 ottobre 2019, celebra il gusto e l’arte del buon vivere.

Quest’anno il tema che ispira la manifestazione sarà la musica, e tutto avverrà a tempo di musica. Nelle strade dove è allestita la mostra mercato dedicata all’enogastronomia, regina dell’appuntamento, e all’artigianato, si susseguiranno musicisti che daranno vita ad esecuzioni live. Nel Parterre di Palazzo Pretorio, invece, sarà allestito un vero e proprio “salotto musicale”. Un pianoforte sarà a disposizione del pubblico e chi vorrà potrà esibirsi e allietare gli altri ospiti di Boccaccesca. 

Cooking show con piatti ispirati a una canzone dedicata al cibo

Musica nel piatto con i cooking show che saranno tenuti da chef chiamati a presentare piatti ispirati a una canzone dedicata al cibo. Tra gli chef che si esibiranno Ardit Curri, del Ristorante San Martino 26 di San Gimignano. Il 4 ottobre Curri preparerà un piatto accompagnato dalle note di “A’ pizza”. Lo chef Matteo Donati del Ristorante Donati di Castiglione della Pescaia eseguirà la sua performance sabato 5 alle ore 16, sulle note di “W la pappa col pomodoro”. Poi lascerà i fornelli, alle ore 18.00 a Andrea La Ganga, di Butcher Grosseto che creerà il suo piatto sulla musica di “Nove settimane e mezzo”.

Domenica 6 ottobre i cooking show saranno tre. Alle ore 14.30 Mauro Buonanno, del ristorante Particolare di Siena si esibirà in un piatto ispirato alla canzone “Champagne”. A seguire, Paolo Tizzanini, dell’Osteria dell’Acquolina di Terranuova Bracciolini trascinerà il pubblico nell’universo melodico di “That’s amore”. Alle 16.30 infine Antonio Lisciandro, di Carabè, l’Officina del Gelato di Terranuova Bracciolini, proporrà le sue creazioni sulle note di “Gelato al cioccolato”

Degustazioni enogastronomiche tra cultura e street food

La tre giorni prevede un programma denso di appuntamenti ad ingresso libero, che coinvolgeranno sia il Borgo basso sia il cuore medioevale di Certaldo Alta.

boccaccesca

Nel Borgo Alto espositori provenienti da molte regioni italiane presenteranno le loro eccellenze enogastronomiche e artigianali. Sempre nel Borgo Alto si snoderà il “Percorso del Gusto”: i visitatori che lo vorranno, potranno acquistare una mappa della manifestazione che li guiderà in una particolare degustazione itinerante. Grazie a gettoni di 2,50 euro, sarà così possibile assaggiare alcune prelibatezze preparate esclusivamente per “Boccaccesca”.

boccaccesca
Il Premio Boccaccesca verrà assegnato a Marco Masini

Spazio anche ai grandi vini con l’Enoteca di Boccaccesca (le degustazioni saranno possibili grazie all’acquisto di coupon e del calice creato per la manifestazione). Non mancheranno poi incontri e momenti di approfondimento culturale. Tra questi, torna il concorso “Ragazzi in Pentola”, dedicato ai ragazzi delle scuole e il Premio Boccaccesca che, in questa edizione, verrà assegnato a Marco Masini per aver portato la toscanità nella musica.

boccaccesca

La Boccaccesca pensa anche ai bambini che potranno divertirsi il venerdì con i libri di Federighi Editori e il sabato e la domenica a fare i piccoli pasticceri seguiti dallo chef Attila. Nella tre giorni invece nel Borgo Basso sarà protagonista Boccaccesca Street Food.

Articoli correlati

A Vignanello il secondo e il terzo weekend di novembre torna la festa dell’Olio e del Vino Novello

Redazione

Il lusso nel piatto: ecco i 5 tra i cibi più cari del mondo. Per l’Italia c’è il tartufo di Alba.

Redazione

Dal 3 ottobre riparte “Girogustando”, il gemellaggio tra cuochi che unisce cucina e cultura

Redazione

Lascia un commento