Wondernet Magazine
Benessere

Sindrome da rientro: come affrontare il ritorno al lavoro o a scuola dopo le vacanze

Soffri di sindrome da rientro? Ecco come affrontarla
Rientrare a lavoro o a scuola dopo un periodo di vacanze ricco di svago o di relax può non essere semplice. Ecco quindi alcuni consigli utili indicati dagli esperti per superare la sindrome da rientro

Per la maggior parte delle persone, settembre rappresenta un nuovo inizio, la fine delle vacanze e il ritorno alle responsabilità della vita quotidiana. Succede ogni anno, dopo che le giornate al mare finiscono e si torna alla quotidianità, ecco che si fanno sentire lo stress, la mancanza di concentrazione e una nota di tristezza. È la “sindrome da rientro”.

La “post vacation blues”, che si manifesta in particolare in coloro che mostrano difficoltà ad adattarsi al cambiamento ma anche ogni volta che si torna alla vita quotidiana dopo un periodo di stacco e si ha bisogno di ristabilire un equilibrio.

Sindrome da rientro? Alcuni consigli per affrontarla

Per un italiano su due, al ritorno dalle vacanze non mancano ansia e preoccupazioni, come ha mostrato uno studio di In a Bottle. Già negli ultimi giorni di vacanza, circa 6 italiani su 10 evitano di pensare alla solita routine lavorativa e domestica. Ecco che è importante seguire alcuni piccoli accorgimenti per poter ricominciare al meglio.

Pianificare alcuni giorni di transizione per evitare la sindrome da rientro

La cosa più difficile a cui adattarsi quando si torna da un viaggio è riprendere la routine quotidiana e tornare al ritmo di sempre.
Tuttavia, prendendosi un giorno o due per riadattarsi agli orari e agli impegni di prima, si potrà rendere questo passaggio molto più semplice.
Se possibile, concedendosi un giorno o più per adattarsi prima di dover tornare al lavoro. In questo modo, avrai tempo per fare la spesa, disfare i bagagli, fare il bucato e prendersi cura di tutto ciò che si è lasciato indietro.

Organizzare qualcosa di divertente

Prima di tornare dal tuo viaggio, potrebbe essere utile organizzare un evento divertente. Che sia un pranzo con gli amici o una passeggiata con la famiglia… tutto ciò che ti fa stare bene.

Non ignorare il tempo per riposare

Il sonno è molto importante, e gli esperti raccomandano tra le 7 e le 8 ore di sonno. Inoltre è fondamentale mantenere una routine regolare rispetto riguardo ai nostri ritmi sonno- veglia, quindi negli orari in cui andiamo a dormire e ci alziamo.

Coltivare degli hobby

Trascorrere del tempo in attività stimolanti come musica, arte, lettura, ecc., contribuirà a rendere più facile affrontare la vita di tutti i giorni.

Mantenere una sana routine

Secondo gli esperti, per superare la “post vacation blues”, è necessario mantenere uno stile di vita sano, a partire da una corretta idratazione, una dieta equilibrata e il giusto apporto di vitamine e minerali. In particolare, il magnesio può aiutare nella concentrazione. Questo minerale, infatti, contribuisce ridurre stanchezza e affaticamento, forse dovute alla difficoltà di riadattarsi ai ritmi frenetici e incalzanti della città, e aiuta a ritrovare la grinta necessaria per ritornare ai propri impegni.

Prendersi del tempo per l’esercizio fisico per affrontare la sindrome da rientro

Uno dei tanti vantaggi dell’attività fisica è che libera la mente dallo stress: l’esercizio fisico all’aria aperta può infatti essere vero e proprio toccasana, necessario per mantenere serenità all’interno della ritrovata routine.

Articoli correlati

La frutta secca e i suoi benefici: quanta mangiarne e quale scegliere

Giusy Dente

Uva, le proprietà e i benefici del frutto più amato dell’autunno

Redazione

I trattamenti a base di erbe alpine, foglie e frutti di bosco, per un benessere tutto naturale

Redazione

Lascia un commento