Wondernet Magazine
LIFESTYLE

Seconda casa che passione: è ancora un buon investimento per gli italiani?

Seconda casa, è ancora un buon investimento?
La seconda casa è una passione che accomuna milioni di italiani. Si tratta infatti di una preziosa opportunità per godersi le festività e le vacanze in generale, trascorrendole in un luogo diverso, magari lontano dallo stress cittadino e situato in una località di mare o di montagna

Dopo il lockdown, molte famiglie hanno sentito il desiderio di regalarsi una seconda casa, sia come forma di investimento, sia come “valvola di sfogo” per la tensione accumulata lungo questi difficili mesi. Ma si tratta ancora di una mossa conveniente? È quello che scopriremo oggi insieme.

Comprare una seconda casa è un buon investimento?

Si parte da una premessa: una casa è sempre un buon investimento, a patto che sia fatto con intelligenza, e che si acquisti un immobile destinato a rivalutarsi in positivo negli anni. 

In altre parole, se la casa vale, nel futuro rappresenterà un investimento potenzialmente molto importante, soprattutto se durante i restanti mesi dell’anno verrà affittata e quindi messa a frutto. Prima di procedere con l’acquisto, comunque, è bene informarsi anche a riguardo delle utenze, e delle possibili differenze che vi sono tra i residenti e i non residenti. Sul web è possibile trovare alcuni approfondimenti, come ad esempio quello sul contratto gas per la seconda casa di Vivi Energia, che fornisce alcuni consigli per risparmiare sulla bolletta della seconda abitazione. 

È bene chiarire, infatti, che vengono a mancare tutte le agevolazioni sulle bollette che invece appartengono alla prima casa. Di riflesso, le spese relative ai consumi energetici sono più alte. Per il resto, conviene sempre far valutare la casa da un esperto, così da capire se la cifra chiesta dal venditore è coerente con il valore dell’immobile. Nel prossimo paragrafo, invece, ci concentreremo sui dati del successo delle seconde case.

Boom di seconde case: quante sono in Italia?

In base alle ultime rilevazioni delle indagini di settore, nella Penisola al momento si trovano circa 5,5 milioni di seconde case. E secondo i dati, la previsione di aumento è del +8%. Il loro successo è partito sin dai tempi del lockdown: come qualcuno sicuramente ricorderà, chi era in possesso di una seconda casa poteva muoversi in sua direzione, “aggirando” le restrizioni imposte dal governo per contrastare la pandemia. Ad ogni modo, andando al di là del periodo di lockdown (oramai appartenente al passato), le seconde case piacciono per via dei loro vantaggi. 

Come detto, sono perfette per godersi l’estate e le feste, soprattutto se situate in zone turistiche con mari, laghi e montagne. Il boom delle seconde case, registrato negli ultimi due anni, ha un’altra motivazione di fondo. Molte persone hanno acquistato una seconda abitazione per ristrutturarla e per rivalorizzarla, sfruttando le concessioni e le agevolazioni del famoso bonus al 110%. In altre parole, diverse famiglie hanno scelto la seconda casa in primis come forma di investimento, e non sono le uniche. Il boom di compravendite è stato infatti animato da molti imprenditori stranieri, e da diverse società che hanno comprato queste case con lo scopo di ristrutturarle e rivenderle.

Articoli correlati

Instagram, come aumentare il numero dei follower? Consigli, tattiche e strategie

Giusy Dente

Albero di Natale: in casa ma anche nelle grandi piazze, quello vero è più sostenibile rispetto all’albero in plastica

Redazione Moda

“Celebrity By”: il cortometraggio di Chanel per celebrare i 100 anni di N° 5

Redazione Beauty

Lascia un commento