Wondernet Magazine
Musica

Da Bob Dylan a De Andrè, le canzoni contro la guerra più famose di tutti i tempi

Le canzoni contro la guerra più famose
Mentre in queste ore gli occhi di tutto il mondo sono puntati sul vertice in corso tra Russia e Ucraina e tutti sperano in una risoluzione del conflitto, ricordiamo le canzoni contro la guerra più famose di tutti i tempi

Dopo la quinta notte di guerra, è in corso in queste ore sulle rive del fiume Prypyat un summit tra Russia e Ucraina. Mentre Kiev punta a formalizzare la sua richiesta di entrare nell’Unione europea, la Russia rafforza la sua strategia offensiva. In diversi Paesi del mondo, migliaia di persone hanno sfilato ieri e continuano a manifestare per dire no alla guerra e dimostrare solidarietà al popolo ucraino. Da Roma a Milano, da Washington a Sidney a San Pietroburgo si susseguono cortei, tra bandiere blu e gialle e bandiere della pace. E sono in molti ad intonare nelle piazze canzoni contro la guerra. 

Le più famose canzoni contro la guerra italiane e straniere

“Blowin’ in the wind” – Bob Dylan – 1962

“Blowin’ in the Wind” è una famosa canzone contro la guerra scritta da Bob Dylan nel 1962. È considerata il manifesto della generazione dei giovani statunitensi disillusi dalla politica portata avanti negli anni ’50 e’ 60 dal loro paese, e sfociata dapprima nella guerra fredda e poi nella guerra del Vietnam.

“La guerra di Piero” – Fabrizio De Andrè – 1966

Una delle più celebri canzoni italiane contro la guerra è “La guerra di Piero”, scritta nel 1966 da Fabrizio De André con l’arrangiamento musicale di Vittorio Centanaro. La canzone è incentrata sulla storia dell’antieroe Piero, un soldato che ha un moto di clemenza verso un militare nemico e non osa sparargli. Questa esitazione gli è però fatale, e Piero cade morto sotto i colpi di colui al quale ha risparmiato la vita. Da qualche decennio a questa parte “La guerra di Piero” è stata inserita, a pieno titolo, nelle antologie scolastiche.

“C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones” – Gianni Morandi – 1966

Dello stesso anno è “C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones”, un singolo pubblicato nel 1966 da Gianni Morandi con l’arrangiamento curato da Ennio Morricone. Due giorni fa Morandi ha partecipato ad una manifestazione contro la guerra in Ucraina che si è svolta a Bologna, in piazza Maggiore. Il cantante è salito sul palco con la chitarra ed ha cantato con tutta la piazza la sua celebre canzone contro la guerra.

“Give Peace a Chance” – John Lennon – 1969

Scritta dall’ex Beatle John Lennon durante la celebre luna di miele Bed-In con Yoko Ono, la canzone è diventata un inno del movimento pacifista americano. Ad un giornalista che chiese ai due cosa pensassero di ottenere standosene a letto, Lennon rispose: «All we are saying is give peace a chance» (Tutto quello che chiediamo è date una possibilità alla pace). A Lennon la frase piacque e decise di costruirci intorno una canzone, che cantò diverse volte durante il Bed-In e in seguito la incise.

“Il mio nome è mai più” – Jovanotti, Ligabue e Piero Pelù – 1999

Il mio nome è mai più è un singolo realizzato per beneficenza da Jovanotti, Ligabue e Piero Pelù nel 1999 all’epoca delle guerre nella ex Jugoslavia e dell’intervento militare della NATO durante la guerra del Kosovo. Il ricavato del singolo, che fu il più venduto in Italia in quell’anno, venne devoluto dai tre artisti ad Emergency.

Articoli correlati

Depeche Mode, il 26 giugno esce il cofanetto speciale con il doppio CD “Live Spirits Soundtrack” e il DVD “Spirits in the Forest”

Redazione

MTV EMAs 2021: gli artisti in nomination e dove seguire la diretta in Italia

Redazione

Emma Marrone: la clip del nuovo singolo “Luci blu” con Alessandro Roja

Lascia un commento