Wondernet Magazine
NEWS

Addio Michele: il giovane cantante di Amici non ce l’ha fatta

Addio Michele Merlo: il giovane non ce l'ha fatta
La notizia che non avremmo mai voluto dare, ma che già dal pomeriggio di ieri era nell’aria. Purtroppo Michele Merlo, in arte Mike Bird, si è spento nella tarda serata di ieri a soli 28 anni.

Non c’è stato niente da fare. Michele Merlo è morto ieri sera. Lo comunicano i suoi familiari in una nota.

Il giovane si trovava nel reparto rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Bologna dove era stato sottoposto ad intervento chirurgico d’urgenza nella notte tra giovedì e venerdì scorso a seguito di un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante improvvisa.

 

Michele Merlo, addio al giovane talento di Amici

Tutti avevano sperato e pregato nella sua guarigione, anche se le sue condizioni erano apparse sin da subito disperate. È del 3 giugno il suo ultimo post su Instagram. Michele ha pubblicato la foto di un tramonto accompagnata dalla didascalia: «Vorrei un tramonto ma mi esplode la gola e la testa dal male. Rimedi?»

Quel mal di testa era un campanello d’allarme, arrivato purtroppo quando ormai era già tardi. Quando si è saputo della gravità delle sue condizioni, sull’account Instagram Michele Merlo sono comparsi migliaia di  commenti e di messaggi di incoraggiamento da parte dei suoi fan. Anche molti personaggi del mondo dello spettacolo hanno mandato a Michele i loro auguri. Federico Rossi (del duo Benji e Fede) ha scritto: «Forza anima libera». Aka7even, concorrente dell’ultima edizione di Amici, lo incita con un «Daje brodi». Beatrice Valli gli manda un «Forza Michi» accompagnato da tanti cuoricini rossi. Francesco Facchinetti ha scritto su Twitter: «Forza Michele».

Ieri sera suo padre, in un’intervista al TG di Bassano, aveva rivelato che Michele era in coma farmacologico, e che le speranze che si riprendesse erano molto scarse.

Addio Michele Merlo: il giovane non ce l'ha fattaLa disperazione e l’ira dei genitori

Ma i genitori di Michele Merlo hanno lanciato anche delle gravi accuse nei confronti del personale del pronto soccorso, che avrebbero sottovalutato le condizioni del giovane. “È andato al pronto soccorso di Vergato in piena autonomia. Lamentava dei sintomi che un medico accorto avrebbe colto. Aveva una forte emicrania da giorni, dolori al collo e placche in gola, un segnale tipico della leucemia“, ha raccontato a Repubblica Domenico Merlo, il papà di Michele. L’uomo non si capacita di come il personale medico non abbia compreso la gravità delle condizioni del figlio. Sarebbe stato sufficiente un esame più approfondito. “Se l’avessero visitato avrebbero visto che aveva degli ematomi. Non abbiamo un referto medico ma un braccialetto col codice a barre che io ho a casa. E un audio che mio figlio ha mandato alla morosa: “Sono incazzato, mi hanno detto che intaso il pronto soccorso per due placche in gola”. Invece lui era stanco“, continua il signor Merlo. “Michele aveva due braccia così. Faceva sport, non beveva, non ha mai usato droghe, gli piaceva la bella vita, mangiare bene, le cose belle, ha girato l’Italia in lungo e in largo“.

Tutti i fan, gli amici, i colleghi speravano in un miracolo. Che purtroppo non c’è stato. Michele ha chiuso i suoi bellissimi occhi nella notte, per sempre.

Articoli correlati

Playboy, in copertina il primo “coniglietto” gay

Camilla Di Spirito

Addio a Pierre Cardin: lo stilista francese di origine veneta è morto a 98 anni

Redazione

Totti positivo al Covid-19: l’ex Capitano ha la febbre, ed è in isolamento

Redazione

Lascia un commento