Wondernet Magazine
MODA

“Euphoria”, la sfilata FW21 di Yezael, il brand di Angelo Cruciani

Yezael di Angelo Cruciani, la collezione FW21
Il brand di Angelo Cruciani Yezael propone, in occasione della FW21, un artisanal streetwear che esplora l’ossessione surreale dell’edonismo.

Yezael è il brand creato nel 2014 dal fashion designer Angelo Cruciani, vincitore nel 2019 del premio «best creativity» alla Beijing Design Week.

Yezael è l’angelo degli incontri, dell’amore e dello stare insieme. Il concetto è sottolineato nel logo del brand dal cerchio che collega i 3 rami della lettera Y. Angelo Cruciani, con Yezael, esprime uno stile preciso, esplicito, massimalista, abbellito e sexy, che cancella l’ordinario dalla vita quotidiana, spingendo un individuo in un mondo di gioia, condivisione, divertimento ed eccentricità.

Il video della collezione: «Chi guarda chi?»

«Sei tu che guardi il cellulare, o è il cellulare che guarda te?» La nostra memoria non è il nostro cloud, i nostri filtri non dovrebbero essere quelli di Instagram, siamo certi di guardare il mondo con i nostri occhi?

Anche questa stagione, Yezael presenta in versione digitale la collezione a partire dalle piattaforme social: TikTok, Instagram, YouTube, Facebook. Angelo Cruciani e Sergi Planas hanno ideato un video che racconta il confine tra credibile ed incredibile. Gli effetti illusori mirano a sbalordire lo spettatore senza ricorrere all’uso degli effetti speciali. Identità e alienazione, ironia e crudeltà: errori perfetti e ideologie illusorie.
Nell’epoca della confusione, un dito che scorre diventa il ritmo dei nostri pensieri.

Yezael, la collezione FW21

La collezione FW21 di Yezael si chiama “Euphoria”. Nasce dall’evoluzione della collezione precedente “The Solution”, il cui messaggio principale era: “La felicità è una scelta di “vita”.

In “Euphoria” i piani della realtà si invertono e sovrappongono. Questa collezione nasce dall’entusiasmo, dall’eccitazione verso il futuro, pensata per una Generazione Zeta curiosa, non passiva, e ribelle alle regole del consumismo. Al centro della collezione, lo sguardo: in un mondo ormai fatto di mascherine, viviamo tutti come se avessimo un velo che concentra tutta l’attenzione sullo sguardo. Vogliamo essere visti, vogliamo vedere. Infiniti però sono i filtri davanti e dietro lo sguardo: la verità diventa sempre più illusoria.

In un mondo sempre più schiavo di prepotenti punti di vista, Angelo Cruciani ha pensato ad uno streetwear poetico e graffiante, dove come al solito i difetti ed i pregi si invertono, dove buchi e scuciture diventano decorazione e dove il piano della perfezione si inverte totalmente.

Come dichiara lo stilista, «Per noi il Grunge è un linguaggio che mai invecchierà poiché fonda le sue radici sulla poesia e sulla ribellione, il perfezionismo ci porta spesso ad essere inumani. La vita non è un TikTok, oggi più che mai serve una consapevolezza che riporti le persone a non credere che la verità si trovi sempre e solo dentro uno schermo, stiamo vivendo l’epoca in cui le Fake News possono sabotare la fiducia nel prossimo, per Yezael è un dovere dare degli spunti di consapevolezza ai propri clienti».

Articoli correlati

Gucci Les Pommes: l’iconico monogramma Gucci GG in un restyling fresco e fruttato

Redazione Moda

Guess lancia per San Valentino una campagna digital con coppie di influencer

Paola Pulvirenti

Celine: la collezione uomo FW21, tra anni ’90 e accenti gotico medievali

Paola Pulvirenti

Lascia un commento