Wondernet Magazine
Design

Shabby chic, come arredare ogni stanza della casa in questo stile di tendenza anche per il 2021

L’arredamento shabby chic ultimamente è sempre più in voga. Questo stile old fashion, romantico e rustico, si presta alla decorazione di tutta casa. Dal mobilio ai tappeti, dalle pareti ai tessuti, il look di ogni stanza può essere rivisitato a 360 gradi in pieno stile shabby chic.

Lo stile shabby chic rappresenta una vera e propria rivisitazione degli stili del passato. L’arredamento moderno è ricco di stili innovativi e moderni. Tra di questi, lo stile shabby chic ha saputo porsi quale unico e inconfondibile, conquistando il cuore di moltissime persone in tutto il mondo. Arredi, mobili, oggetti, tappeti sono solamente alcuni degli elementi che possono caratterizzare a pieno lo stile tipico del shabby chic.

Cosa si intende per shabby chic

Shabby chic nasce da “shabby”, un termine inglese il cui significato è trasandato, usurato e sciupato, unito alla parola “chic” che è l’esatto opposto, ossia elegante. Da ciò si può dedurre come lo stile sia una combinazione ben studiata di complementi d’arredo dal sapore “usato”, “vintage” ma, allo stesso tempo, di qualità e lussuosi. Con questo stile si potranno, dunque, utilizzare diversi elementi d’arredo anche molto diversi tra loro, che potranno però trovare un loro equilibrio personale grazie a queste due caratteristiche principali.

Le regole per arredare la propria casa in stile shabby chic

La scelta migliore per avere un appartamento armonioso in tutti i suoi ambienti è quella di optare per un unico stile di arredo. Se si decide di arredare la propria abitazione in pieno stile shabby chic, ci sono alcune semplici regole da tenere a mente.

  • Non utilizzare colori troppo accesi, e rimanere su tinteggiature dal colore lieve.
  • Puntare su particolari in tessuto, come elementi di dettaglio, tappeti e molto altro ancora.
  • Utilizzare dell’oggettistica che abbia un sapore d’altri tempi, o che sia realmente d’epoca.
  • Il mobilio utilizzato dovrà essere sullo stile Vittoriano, sia in formato di riproduzione, sia originale.

Salotto: parquet, colori tenui e stampe

Il soggiorno è uno degli spazi domestici dove ci si può sbizzarrire di più. Innanzitutto, il pavimento dovrebbe essere sempre in parquet. Si può optare per il classico parquet color legno o si prediligerà il bianco reso particolare dalla tecnica decoupata. Tutto il mobilio del salotto dovrebbe restare sulla stessa tinta del bianco, dall’avorio al beige. Anche qui il materiale per eccellenza resta il legno. Per il divano è possibile rimanere sempre sul bianco, oppure sceglierlo di un color pastello. Il tocco in più lo daranno i cuscini in tinta. Infine, quadri grandi e preziosi non trovano spazio nell’arredamento shabby chic. Vengono sostituiti da stampe dal gusto retrò.

Cucina: accessori di latta, tavolo di legno e tende provenzali

Anche la cucina si presta molto all’arredamento shabby chic. Per quanto riguarda le pareti, la carta da parati deve avere tonalità tenui, come il crema o il beige. Per quanto riguarda tutti gli altri oggetti, si va dagli accessori di latta o in ferro battuto, al servizio di tazze e piatti rigorosamente di porcellana decorati con semplici motivi floreali. Il tavolo sarà di legno chiaro, magari decoupato o inverniciato, così come i cassetti, le sedie e la credenza. Infine, scegliere delle tende provenzali a fiori e porre una fonte di luce calda, preferibilmente un lampadario di semi antiquariato.

Camera da letto: letto in ferro battuto o in legno e numerosi cuscini

Per l’arredamento shabby chic della camera da letto, si suggerisce di tinteggiare le pareti della stanza o del classico bianco oppure di un colore pastello come il rosa cipria o l’azzurro. Importante è anche la scelta del letto: in perfetto old style, ovvero con la struttura in ferro battuto. Oppure, si può optare per un letto in legno con una grande testata magari intagliata o decorata con disegni dipinti. Per le lenzuola, sono perfette quelle a fiori o che presentano motivi romantici come cuori o scritte. Inoltre, non possono mancare numerosi cuscini: tutti di diverse dimensioni. Per tutti gli altri mobili si consiglia di mantenere come materiale privilegiato il legno dal design vintage e provenzale.

Bagno: vasca retrò e vasi provenzali

In un bagno shabby chic non può mancare una vasca retrò. Si tratta di quel tipo di vasca da bagno non cementata nella parete o nel pavimento, ma che sembra “mobile” con una decorazione sui sostegni a terra.
Inoltre, non si devono trascurare gli altri oggetti d’arredo, come delle brocche di latta o dei piccoli vasi provenzali di legno con dei fiori. Per lo specchio, si può scegliere tra uno con cornice in ferro battuto o in legno delle solite tonalità, come saranno, invece, gli altri mobili, per esempio la cassettiera per mettere gli asciugamani o la piccola credenza sotto al lavandino. Le tonalità, meglio che siano sul bianco o sull’avorio o beige.

 

 

Articoli correlati

Home living, la nuova tendenza è il design automobilistico che si fa arredo

Redazione

Da Chanel a Versace, da Pierre Cardin a Fendi: le 6 case più iconiche dei grandi della Moda

Valeria Torchio

Oggetti di design nei colori di Halloween, idee per regalare alla casa un tocco di magia

Redazione

Lascia un commento