Wondernet Magazine
FASHION WEEK

La collezione Primavera Estate 2021 di Michael Halpern è un omaggio alle lavoratrici in prima linea

Michael Halpern Primavera/Estate 2021 Photo credit: Chris Sutton
Lo stilista newyorkese Michael Halpern ha presentato a Londra la sua nuova collezione Primavera Estate 2021, nel quale ha voluto omaggiare le lavoratrici in prima linea che hanno cercato di proteggere gli altri dalla pandemia, mettendo a rischio la propria salute.

Il designer newyorkese Michael Halpern è colui che si è fatto un nome con il suo stile ispirato allo Studio 54. Da quando lanciò la sua collezione omonima, Halpern, alla London Fashion Week nel 2016, i suoi abiti assunsero sin da subito un tratto caratteristico e distintivo: le paillettes. Infatti, dopo una sola collezione, il marchio fu subito scelto da Bergdorf Goodman, MatchesFashion e Browns.

Michael Halpern Primavera/Estate 2021 Photo credit: Chris Sutton
Michael Halpern Primavera/Estate 2021 Photo credit: Chris Sutton

La collezione Primavera Estate 2021 è stata presentata con un vivace filmato in anteprima sul sito web del British Fashion Council il 18 settembre. In tutta sorpresa a sfilare, non sono state le solite modelle ma delle  lavoratrici. Donne che hanno messo a rischio la propria salute per gli altri, lavorando in prima linea durante l’emergenza causata dalla pandemia di Coronavirus, come l’infermiera di un reparto di terapia intensiva o la conducente di un treno della metropolitana.

Halpern collezione Primavera Estate 2021: focus su tecnica, forma, ottimismo e colore

Otto eroine che con la loro dedizione al lavoro hanno dato il loro contributo in un periodo di grande emergenza. Operatrici sanitarie, addette alle pulizie e ginecologhe, hanno indossato le creazioni glamour di Michael Halpern rivelando, con delle interviste, la loro esperienza degli ultimi mesi e tutte le difficoltà che hanno dovuto affrontare.

Il designer ha creato due look per ciascuna delle sue muse, ispirati dalla loro individualità e dal coraggio mostrato durante quest’orribile periodo.

Michael Halpern Primavera/Estate 2021 Photo credit: Chris Sutton
Michael Halpern Primavera/Estate 2021 Photo credit: Chris Sutton

La realizzazione della collezione, in uno dei periodi più bui degli ultimi 50 anni è stata una delle sfide principali dello stilista. Halpern ha passato alcune settimane da solo, nella sua casa di Londra cercando di  mantenere la comunicazione con il team che avveniva con videochiamate su Zoom e messaggi su Whatsapp, per tutta la durata del lockdown.

Le difficoltà di produzione con il distanziamento sociale

Grazie alle riaperture in Italia dello scorso 18 maggio, Halpern è riuscito a finire in tempo la produzione di tutti i tessuti, comprese le stampe. Poi è stato il turno degli abbellimenti. Qui, uno dei problemi principali in cui lo stilista si è imbattuto, è stato quello di riuscire a sviluppare delle tecniche particolari con strumenti limitati. L’impresa più ardua, la cucitura delle le piume su un vestito di raso, facendo sì che restassero in piedi.

Adesso, con le misure allentare, la squadra di Michael Halpern, composta da sette persone, lavora a tempo pieno nello studio. Lo stilista assicura che lo spazio a disposizione è molto ampio, il che permette facilmente la riuscita delle norme sul distanziamento sociale.

 

 

 

Articoli correlati

DROMe, la sfilata Autunno Inverno 2020-21 alla Milano Fashion Week

Redazione

Chanel Haute Couture Autunno-Inverno 2020-21, una collezione sofisticata e punk-romantica

Redazione

Chanel: la sfilata per la Collezione Cruise 2022 omaggia Jean Cocteau

Paola Pulvirenti

Lascia un commento