Wondernet Magazine
MODA NUOVI ARTICOLI

Versace, la svolta “co-ed”: Uomo e Donna in passerella insieme

La Maison diretta da Donatella Versace cambia le regole, anzi il calendario delle sfilate della prossima stagione.

La collezione maschile Autunno Inverno 2020 non sfilerà durante la settimana di Milano Moda Uomo, ma sarà presentata durante Milano Moda Donna.

Un’immagine della collezione Versace Primavera/Estate 2020

Per Versace una mossa sperimentale e in controtendenza

Mentre alcune Maison come Gucci e Ferragamo hanno scelto di abbandonare il co-ed per tornare a far sfilare le collezioni maschili durante la settimana di Milano moda uomo, Versace ha scelto di unire i due défilé. «Questo è un esperimento che abbiamo deciso di fare per il 2020. Lo sapete che di carattere ho sempre voglia di fare cose nuove e in un momento in cui in azienda stiamo cambiando molte cose, mi è venuta voglia di cambiare anche il modo in cui svelo le collezioni», ha dichiarato la stilista.

Versace Uomo Primavera/Estate 2020

Le collezioni Uomo e Donna unite dalla stessa cifra stilistica e dallo stesso linguaggio

Un esperimento voluto per ragioni creative, quindi, che nasce dalla volontà di evidenziare la vicinanza stilistica tra le collezioni uomo e donna di Versace. «Non avrei nessun problema a tornare a fare sfilate separate, o magari trovare una terza via, qualora questo approccio non si rivelasse adatto a noi. Credo che ne riparleremo alla fine del prossimo anno», ha aggiunto la stilista.

«Non so dire, oggi, se sia una formula che adotteremo per sempre. Al momento si vuole provare e vedere. Alla fine, le idee si possono, a volte si devono cambiare se non funzionano. Anzi sarebbe irrealistico pensare che tutto possa andare avanti immutato. Io amo il cambiamento, amo mettermi in gioco ogni volta e con ogni collezione», ha proseguito Donatella Versace.

Versace
Un modello Versace Donna Primavera/Estate 2020

 

«Viviamo in una società in cui tutti parlano con tutti e questo fa sì che ci si influenzi a vicenda nel modo di vedere le cose. Questo è successo anche a me ed è per questo motivo che ho sentito il bisogno di concentrare la mia creatività e disegnare una collezione che avesse un unico punto di vista, una sola visione, che comunicasse un mondo Versace. Non si tratta solo di voler essere inclusivi o abbracciare le diversità, ma di parità, anche in passerella», ha concluso Donatella Versace. Nella foto di apertura, la stilista indossa la shirt Versace x Pride, lanciata a giugno in edizione limitata a sostegno della comunità LGBTQ. Il 30% del ricavato delle vendite viene devoluto a beneficio dell’organizzazione Pride Live.

Articoli correlati

Occhiali da sole, i 10 modelli must have per un Autunno 2019 a tutto colore

Clara Mancini

Maglioni knitwear e dolcevita: ecco i modelli di tendenza dell’Autunno Inverno 2019/20

Michelle Scalzo

Lakmé Fashion Week, la settimana della Moda di Mumbai

Redazione

Lascia un commento