Wondernet Magazine
SOLIDARIETÀ

Antonio Marras, i suoi abiti e disegni in un’asta charity a favore dell’Ucraina

Antonio Marras, abiti e disegni all'asta per l'Ucraina
La crisi bellica che stiamo affrontando in questi giorni rappresenta un dolore pungente, uno shock che colpisce tutti, ma che rende ancora più fragili quelli che hanno scelto la poesia e la bellezza come stile di vita. Antonio Marras mette all’asta alcuni abiti e una serie di suoi disegni, per devolvere il tutto all’Ucraina

Si terrà giovedì 10 marzo alle ore 19:00 l’asta benefica organizzata da Antonio Marras a favore dell’Ucraina. L’iniziativa charity si svolgerà negli spazi del concept store Nonostantemarras, in via Via Cola di Rienzo, 8 a Milano.

Ad accogliere i partecipanti, tra gli altri, Geppi Cucciari, Patrizia Sardo Marras, Antonio Marras e Rosetta Perin per “Mariangela Pinna onlus” di Sassari. Un’associazione, quest’ultima, che si occupa delle ammalate di tumore, e che fornisce supporto psicologico, parrucche, corsi di make up e quant’altro a Sassari, Alghero e a Ozieri.

Antonio Marras, l’appello alla pace e l’asta per l’Ucraina

All’asta gli abiti che Antonio Marras ha realizzato per Geppi Cucciari, indossati per le puntate della trasmissione “Che succede?”. Gli abiti realizzati con tessuti dell’archivio Marras, uno diverso dall’altro, ognuno unico a modo suo, verranno battuti alla migliore offerta.

Antonio Marras, abiti e disegni all'asta per l'Ucraina

Gli abiti vintage anni ’70 offerti da Rosy Perin

Rosy, figlia della sarta torinese Enrica Perin, ha offerto degli abitini molto eleganti e vintage per bambini. Modelli ricamati e eseguiti in una sartoria di Torino negli anni ‘70. Hanno vestito bambini di famiglie nobili di Torino di quegli anni. Li ha realizzati la mamma di Rosy e lei, in suo onore e ricordo, li vuole cedere a scopo di beneficenza. L’invito dunque è ad assumere, per questa festa di primavera, l’immaginario infantile che trasforma la nostra percezione in un catalizzatore di emozioni dove proiettare la parte più intima di sé.
Tutti insieme ad Antonio Marras, per festeggiare la primavera e per contrastare i venti di tempesta con un‘asta benefica. Perché fare del bene fa bene soprattutto a noi.

Articoli correlati

“La Mela di AISM”: dal 2 al 4 ottobre 2020 oltre 2 milioni di mele per la lotta alla sclerosi multipla

Redazione

Boccadamo, dai gioielli alle mascherine: l’azienda converte la propria produzione

Redazione

“Do, re, Mika, sol”: il concerto charity di Natale per i bambini dell’Istituto Curie di Parigi

Redazione

Lascia un commento