Wondernet Magazine
Benessere

Giornata Mondiale del Sonno: consigli pratici per dormire bene

Giornata Mondiale del Sonno: come dormire bene
Dormire bene è possibile. Basta seguire qualche semplice consiglio utile per migliorare il proprio sonno, e celebrare davvero la giornata mondiale a lui dedicata.

Sonno regolare, futuro sano”. È questo lo slogan scelto per la quattordicesima edizione della Giornata Mondiale del Sonno (World Sleep Day), che quest’anno si celebra oggi, 19 marzo. Un evento creato su iniziativa dalla World Association of Sleep Medicine (WASM) per sottolineare e promuovere l’importanza che il sonno e il dormire bene hanno sulla nostra salute e sulla qualità della nostra vita.

Un aspetto che troppo spesso, complici anche i ritmi di vita troppo frenetici o gli avvenimenti a cui siamo stati sottoposti nell’ultimo anno, viene trascurato.

Ecco, allora, qualche piccolo consiglio per aumentare la qualità del proprio sonno e imparare (o ritornare) a dormire bene!

Dormire bene, consigli per un buon sonno

C’è a chi viene naturale e a chi, invece, risulta difficoltoso. Questo perché, molto spesso, si risente degli eventi esterni (o interni) che si vivono e che vanno ad alterare i ritmi e la qualità del proprio sonno (con spiacevoli conseguenze per la salute).

Come recita lo slogan dell’odierna Giornata Mondiale del Sonno, infatti, per avere un futuro sano è necessario dormire bene. Come fare, quindi, per evitare l’insonnia, dormire in modo regolare e recuperare il corretto equilibrio tra sonno e veglia?

Spegnere i cellulari

Molte persone hanno l’abitudine di lasciare accesi i loro telefoni, tablet, ecc. anche la notte. La luce blu emessa dai dispositivi contrasta la produzione di melatonina e questo impedisce al corpo e alla mente di riposarsi e di prendere sonno. Abbassando di molto le probabilità di dormire bene. L’ideale sarebbe spegnerli un’ora prima e tenerli in un’altra stanza.

Giornata Mondiale del Sonno: come dormire bene

Rilassarsi con una doccia calda

Prendersi un momento per sé, magari con un bagno o una doccia calda, aiuta a rilassare mente e corpo, sciogliendo eventuali tensioni accumulate e favorendo un sonno più calmo, lungo e ristoratore. Ottima abitudine da inserire subito nella propria giornata!

Leggere un libro

Che si tratti di un romanzo, un giallo o il genere che più vi piace, la lettura è un ottimo modo per staccare la testa e rilassarsi. Dimenticandosi dello stress accumulato durante la giornata e aiutando l’intero organismo a godere della piacevolezza delle coperte e della notte.

Giornata Mondiale del Sonno: come dormire bene

Dormire bene? No ai riposini

Per quanto molti di noi siano fan delle pennichelle, concedersi troppi o lunghi riposini nell’arco della giornata può andare a compromettere la qualità del sonno notturno, impedendo di dormire bene e di godere del beneficio di farlo.

Giornata Mondiale del Sonno: come dormire bene

Evitare l’alcol

Bere un bel bicchiere di vino o simili piace a molti. Così come piace quella sensazione di rilassamento che ne consegue. Attenzione, però, perché l’alcol è nemico del sonno. Oltre a bloccare la fase REM, o “sonno ristoratore”, tende a farci svegliare prima del tempo. Con il risultato di non essere mai perfettamente riposati. Poche e semplici attenzioni per assicurarsi un sonno migliore e imparare a dormire bene. Con tantissimi benefici per tutto il corpo.

Articoli correlati

Medusa e tracina: ecco come gestire e trattare le loro fastidiose punture

Redazione

Una mela al giorno: tutte le proprietà e i benefici di un frutto che è un vero toccasana per la salute

Valentina Turci

Inquinamento domestico: come combatterlo con le piante che purificano l’aria

Redazione

Lascia un commento