Wondernet Magazine
SOLIDARIETÀ

“La Mela di AISM”: dal 2 al 4 ottobre 2020 oltre 2 milioni di mele per la lotta alla sclerosi multipla

La Mela di AISM 2020
Torna, da domani al 4 ottobre, La Mela di AISM, l’iniziativa solidale a favore delle persone colpite da sclerosi multipla.Chef Alessandro Borghese continua con il suo impegno verso i giovani con sclerosi multipla, i più colpiti dalla malattia.

Una mela per la lotta alla sclerosi multipla.  Una  malattia che colpisce principalmente i giovani, di cui non si conoscono ancora le cause e per la quale non esiste ancora la cura definitiva. Da venerdì 2 a domenica 4 ottobre – giornata del Dono Day – “La Mela di AISM” ti aspetta. 

Considerato il mutato contesto sociale dovuto all’epidemia da Covid 19 anche la Mela di AISM si adegua alle norme di prudenza che regolano le relazioni sociali prevedendo il ritiro dei sacchetti o dei cartoni di mele presso i punti di solidarietà sul territorio.

La Mela di AISM

A fronte di una donazione di 9 euro è possibile prenotare il proprio sacchetto da 1,8 kg di gustose mele rosse, verdi e gialle contattando la Sezione Provinciale AISM della propria città il cui elenco è consultabile su http://www.aism.it/mela. 

La novità: in occasione della giornata dedicata al Dono Day, sarà possibile “adottare e regalare” un cartone o un sacchetto di mele, abbracciando con il nostro gesto tutti i giovani con sclerosi multipla.

Si può aderire all’iniziativa “adottando” uno o più sacchetti di mele oppure un cartone di 11 sacchetti. Ognuno può scegliere di donare a chi vuole il sacchetto di mele contribuendo così a una doppia azione di solidarietà. 

L’iniziativa di sensibilizzazione e di raccolti fondi di AISM andrà  a sostere la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla e a garantire e potenziare i servizi destinati alle persone con SM, la maggior parte delle quali sono giovani tra i 20 e 40 anni.

La Mela di AISM 2020

La Mela di AISM è un’iniziativa promossa dall’ Associazione Italiana Sclerosi  Multipla e si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Alla manifestazione è legato anche il 45512,  il numero solidale di AISM i cui fondi raccolti oltre a sostenere la ricerca scientifica sulle forme gravi di sclerosi multipla andrà a sostenere il progetto “ripartire insieme” dopo l’emergenza, per essere ancora di più al fianco delle persone con sclerosi multipla e continuare a garantire le attività di AISM sul territorio, fondamentali per le persone con sclerosi multipla.

La sclerosi multipla

Grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante, la sclerosi multipla si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. 

I numeri In Italia

Ogni anno, 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla. Una nuova  diagnosi ogni 3 ore. Delle 126 mila persone con SM, il 10% sono bambini e il 50% sono giovani sotto i 40 anni. E’ la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla: è di oltre 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale medio  della malattia. E’ una grande emergenza sanitaria e sociale.

La sclerosi multipla e il COVID-19

In questo difficile 2020, per garantire risposte, informazioni e immediato supporto, AISM ha   potenziato il Numero Verde 800 803 028, gestendo ben cinque volte maggiori rispetto a quelle dello scorso anno. L’associazione ha attivato indagini per conoscere l’impatto dell’epidemia sulle persone con SM, utili per attivare servizi in risposta all’emergenza.  Per il ritiro del farmaco ed evitare alle persone con SM l’interruzione della terapia, AISM ha attivato una collaborazione con Angeli in Moto in quasi tutte le regioni italiane. 

Sul fronte della ricerca AISM ha lanciato con la Società Italiana di Neurologia (SIN) un programma di raccolta dati sui casi Covid-19 e SM; ha creato la piattaforma MuSC-19 con la collaborazione dell’Università di Genova, per derivare informazioni epidemiologiche utili per le scelte di sanità pubblica. In tema di diritti AISM ha messo in atto un’azione di advocacy continua e costante, dialogando sui temi legati alla cura e assistenza delle persone con SM con il Ministero della Salute e gli Assessorati regionali alla Sanità e sui temi legati ai diritti delle persone con disabilità all’interno delle primarie reti di riferimento.

La Mela di AISM 2020

Il testimonial Chef Alessandro Borghese

Chef Alessandro Borghese è testimonial consolidato di “La Mela di AISM”. Ad ogni edizione lo Chef Alessandro Borghese suggerisce ricette gustosissime, il suo consiglio, farle tutti insieme, in famiglia, con grandi e piccini. ( file allegato) 

Chef Alessandro Borghese lancia anche l’appello per aderire a “#MelaGioco, e tu?”. In palio una cena per due persone presso il suo ristorante «AB – il lusso della semplicità»

Tanti “Amici” per la Mela di AISM

Insieme a Chef Borghese un ringraziamento va a tutti gli “amici di AISM” che, come in tutte le occasioni, anche per “La Mela di AISM” sostengono l’Associazione con una staffetta social e divertenti appelli per sensibilizzare l’opinione pubblica. 

Tra questi: Antonella Ferrari, Marco Voleri insieme a Francesca Alotta, Massimo Bagnato, Debora Caprioglio, Paolo Conticini, Serse Cosmi, Jill Cooper, Dado, Chiara Francini, Max Laudadio, Paola Marella,  Georgette Polizzi, Massimiliano Rosolino, Barbara Tabita.

Io #MELAgioco e tu?

Qualsiasi donatore potrà iscriversi dall’1 al 30 ottobre su melagioco.aism.it partecipando all’iniziativa #MELAgioco. In palio oltre alla cena per due persone presso il ristorante di Chef Alessandro Borghese “AB – il lusso della semplicità” anche un in dono il prestigioso oggetto di arte “La Mela”  di Milena Bini realizzata in esclusiva per AISM dall’artista di fama internazionale Milena Bini.

La Mela donata ad AISM che ha le dimensioni di 28x30cm e pesa Kg 5,600 è un pezzo unico, interamente fatto a mano. “Tutte le mele, anche quelle apparentemente simili, hanno un particolare che le differenzia per mantenere integra la loro unicità. Come gli esseri umani, tutti simili ma diversi…” cit. Milena Bini. Tutti coloro che si iscriveranno riceveranno inoltre un ricettario esclusivo per sperimentare tante bontà con le mele.

Articoli correlati

#Togetherwestand: l’iniziativa charity di Drexcode insieme a Lapo Elkann, a supporto della Croce Rossa Italiana

Laura Saltari

L’Occitane Group converte la produzione dei cosmetici in gel disinfettante 

Redazione

Kia Motors lancia #ItaliaKIAma per la consegna a domicilio della spesa

Valentina Turci

Lascia un commento