Wondernet Magazine
Benessere

#iorestoacasa, 5 massaggi per combattere la sedentarietà e il mal di testa da smartworking

Trascorrere intere giornate in casa può mettere a dura prova non solo l’umore, ma anche la nostra beauty routine. Ecco qualche consiglio per 5 massaggi autorigeneranti viso e corpo, in poche semplici mosse.

I massaggi sono portentosi quando si tratta di rilassarsi e ritrovare calma, concentrazione ed energia durante la giornata. Quando non è possibile affidarsi alle mani degli esperti, Treatwell – il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere – consiglia di optare per un breve automassaggio, capace in poche mosse di sciogliere le tensioni muscolari e ridurre lo stress. Ecco 5 massaggi da fare in casa.

1) Automassaggio al viso

Si inizia risvegliando la pelle con leggeri pizzicotti, dal mento verso gli zigomi, dalle narici alle tempie, dal centro della fronte verso l’esterno, per poi picchiettare delicatamente il volto con movimenti ascendenti. Dopodiché, con un olio vegetale o una crema, si effettuano movimenti sempre dal basso verso l’alto e dalla linea centrale del viso verso le tempie e i lati.

massaggi

2) Automassaggio alla testa

Mal di testa da smart-working o da binge-watching? Niente paura, basta muovere la punta delle dita sul cuoio capelluto, tracciando dei cerchi, ampliando via via la circonferenza e la pressione dei movimenti. In alternativa, con i polpastrelli di indice e medio di entrambe le mani, Treatwell suggerisce di disegnare, esercitando una leggera pressione, un numero otto all’altezza delle tempie, accentuando la spinta delle dita verso l’alto.

massaggi

3) Automassaggio al collo

Quando si trascorre molto tempo al telefono o davanti al computer, è bene ricordarsi di rilassare le spalle: per farlo Treatwell raccomanda di massaggiare il collo con movimenti circolari dalla nuca verso il basso e dalla parte centrale verso l’esterno.

massaggi
5) Automassaggio su gambe e glutei

La sedentarietà e le posture scorrette – in primis stare seduti con le gambe accavallate – sono responsabili della ritenzione idrica su gambe e glutei. Per contrastarla è bene puntare su movimenti dal basso verso l’alto capaci di favorire il microcircolo: si parte dalle caviglie e si arriva alle cosce, stimolando ripetutamente ogni punto del corpo.

5) Automassaggio alle mani

La tastiera del PC e dello smartphone, il workout casalingo e le incombenze domestiche mettono a dura prova le mani. Per regalare loro un boost di energia, bisogna premere un pollice sull’altra mano aperta, mentre sul dorso si esercita pressione con le restanti quattro dita. Dopodiché con il pollice si eseguono piccoli movimenti rotatori sulle giunture delle dita. Bisogna poi afferrare ogni dito alla base e tirare delicatamente, allungandolo verso l’alto per distenderne la muscolatura e i tessuti. Il pollice può poi passare a massaggiare anche i tendini del dorso della mano, esercitando una leggera pressione anche sul polso e facendo leggeri movimenti rotatori. Si torna poi all’interno del palmo e si ricomincia con il massaggio dalle dita al polso, meglio se usando un olio per facilitare la frizione.

Articoli correlati

Tutti sugli sci, ma con prudenza: ecco le 10 regole d’oro degli esperti per una vacanza sulla neve senza rischi

Teresa Vono

La corsa, un toccasana per la salute, per la forma fisica e anche per scaricare lo stress e il nervosismo

Anna Chiara Delle Donne

Dieta salva linea: qualche consiglio per “sopravvivere” a pranzi e cene di Natale senza rinunciare al gusto

Laura Saltari

Lascia un commento