Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Addio Kirk Douglas: si è spento a 103 anni uno dei miti della Hollywood degli anni d’oro

Si è spento nella notte l’attore Kirk Douglas. Un’icona di Hollywood e star di film leggendari come “Spartacus” e “Orizzonti di Gloria” dove incarnava la figura del “duro”. Era l’attore vivente più anziano vincitore del Premio Oscar.

È morto all’età di 103 anni Kirk Douglas, icona di Hollywood e star di film come Spartacus, tra le più grandi star del cinema statunitense e internazionale.

Nato a New York il 9 dicembre del 1916 da una famiglia di immigrati bielorussi molto povera. Il suo vero nome era Issur Danielovitch. Su mantiene agli studi facendo vari lavori, tra i quali il cameriere e il lottatore. Dopo la laurea in Lettere e il diploma all’Accademia americana di arti drammatiche di New York, dove  il direttore dell’Accademia d’arte drammatica lo aveva ammesso gratuitamente per merito.

Kirk Douglas parte per la seconda guerra mondiale. Al rientro inizia a lavorare al teatro, recitando anche a Broadway. Nel 1946 debutta come attore cinematografico. Il successo arriva con “L’asso nella manica” (1951) di Billy Wilder, in cui Kirk Douglas interpreta Chuck Tatum, giornalista senza scrupoli che specula sul dramma di un minatore intrappolato dopo il crollo in una miniera.Da quell’anno, la carriera di Douglas decolla con una serie di successi ininterrotti. 

Nel 1954, dopo avere interpretato in Italia il mito di “Ulisse” di Mario Camerini, dove affianca Silvana Mangano ed Anthony Quinn, fonda una propria casa di produzione denominata Bryna Productions (dal nome della madre), con la quale realizza i suoi più grandi successi da protagonista.

Risale al 1957 uno dei capolavori nella sua ricca filmografia, “Orizzonti di gloria”, pellicola fortemente antimilitarista diretta dal giovane Stanley Kubrick ed al quale Douglas teneva molto. Sempre diretto da Kubrick, l’attore sarà il protagonista nel 1960 del kolossal “Spartacus”.

Nella sua lunga carriera ha interpretato molti film western, tra i quali “Sfida all’O.K. Corral” (1957) di John Sturges: in quest’ultimo impersonò splendidamente il personaggio del medico Doc Holliday, al fianco di Burt Lancaster nel ruolo dello sceriffo Wyatt Earp.

Per tutti gli anni Sessanta Kirk Douglas interpreta un gran numero di film di vario genere, diretto da registi di spicco come Richard Fleischer, Vincente Minnelli ed Elia Kazan. 

Negli anni settanta e ottanta dirada la sua attività sul grande schermo; di questo periodo si ricordano, tra gli altri, Uomini e cobra (1970) di Joseph L. Mankiewicz, Un uomo da rispettare (1972) di Michele Lupo, Fury (1978) di Brian De Palma, Jack del Cactus (1979) di Hal Needham, Saturn 3 (1980) di Stanley Donen, L’uomo del fiume nevoso (1982) di George Miller e Due tipi incorreggibili (1986) di Jeff Kanew, dove appare nuovamente coppia con Burt Lancaster.

L’ultimo periodo della sua vita e l’Oscar alla carriera

Kirk Douglas ha ricevuto tre candidature al Premio Oscar, senza mai vincerlo. Solo nel 1996 viene premiato con l’Oscar alla carriera.

Nel 2003 Douglas interpreta il suo penultimo film, Vizio di famiglia (2003) di Fred Schepisi, accanto a Michael, proprio nei ruoli di padre e figlio. La sua ultima apparizione al cinema risale al 2004, con il film Illusion di Michael A. Goorjian, ove interpreta un regista moribondo.  Saltuariamente attivo anche nelle produzioni televisive, appare per l’ultima volta sul piccolo schermo nel 2008.

Dopo la morte del figlio Eric per overdose, altre tragedie lo hanno colpito negli anni Novanta. Nel 1991 Douglas sopravvisse per miracolo ad un incidente di elicottero dove due dei suoi compagni di volo persero la vita. Nel 1996 un ictus gli tolse la parola. Ma con grande tenacia e lunghe sedute di terapie riabilitative, Kirk riacquistò parzialmente la capacita’ di comunicare fino a conquistare l’Oscar e festeggiare 100 anni.

“Per il mondo era una leggenda, ma per noi era solo papà”

La notizia della morte della leggenda del cinema è stata data da suo figlio, l’attore Michael Douglas, con un post sui suoi account social

View this post on Instagram

It is with tremendous sadness that my brothers and I announce that Kirk Douglas left us today at the age of 103. To the world he was a legend, an actor from the golden age of movies who lived well into his golden years, a humanitarian whose commitment to justice and the causes he believed in set a standard for all of us to aspire to. But to me and my brothers Joel and Peter he was simply Dad, to Catherine, a wonderful father-in-law, to his grandchildren and great grandchild their loving grandfather, and to his wife Anne, a wonderful husband. Kirk's life was well lived, and he leaves a legacy in film that will endure for generations to come, and a history as a renowned philanthropist who worked to aid the public and bring peace to the planet. Let me end with the words I told him on his last birthday and which will always remain true. Dad- I love you so much and I am so proud to be your son. #KirkDouglas

A post shared by Michael Douglas (@michaelkirkdouglas) on

 

Articoli correlati

Chiara Ferragni e Fedez in attesa del secondo figlio: l’annuncio del piccolo Leone su Instagram

Anna Chiara Delle Donne

Leone compie 3 anni: festa doppia in casa Fedez Ferragni

Redazione

Ariana Grande, i dettagli del matrimonio con Dalton Gomez

Gaia Corrado

Lascia un commento