Wondernet Magazine
Attualità

Donald Trump: il suo account rimosso a vita da Twitter, «anche se dovesse ricandidarsi»

Twitter ha cancellato definitivamente l’account dell’ex presidente Donald Trump. Secondo la policy del social network, con le sue dichiarazioni Trump ha violato il regolamento. Le sue affermazioni hanno incitato alla violenza e condotto ai gravi fatti di Capitol Hill. 

Un mese fa l’account Twitter di Trump era stato sospeso. Ora è arrivata la la squalifica a vita. L’ex presidente è stato bannato in via permanente dal social network, e non potrà tornare anche nel caso in cui dovesse candidarsi nuovamente. Come ha spiegato a Cnbc il chief financial officer di Twitter, Ned Segal, infatti, «Quando vieni rimosso dalla piattaforma, viene fatto a prescindere dalla carica che ricopri».

Donald Trump rimosso a vita da Twitter dopo l’assalto a Capitol Hill

«I nostri regolamenti sono stilati per assicurarci che gli utenti non inneggino alla violenza. Chiunque lo faccia viene espulso, e la nostra policy non permette a nessuno di tornare», ha proseguito Seagal. «Trump è stato rimosso quando era presidente, ma vale per qualsiasi funzionario pubblico».

Donald Trump bannato a vita da Twitter

L’account @realDonaldTrump, che contava 88,7 milioni di follower, era stato sospeso dal social network dopo l’assalto a Capitol Hill. Incitati dalle sue reiterate affermazioni circa un presunto “furto” di voti, infatti, alcune migliaia dei suoi sostenitori hanno assaltato il Congresso degli Stati Uniti. Due giorni dopo, Twitter aveva sospeso l’account di Trump per incitamento alla violenza, misura che oggi è stata dichiarata permanente e irrevocabile.

Per alcuni un atto necessario, per altri una misura arbitraria

L’espulsione di Trump da Twitter per molti è un atto necessario e legittimo. Per altri commentatori e per i suoi sostenitori, invece, è una decisione arbitraria e limitativa della libertà di espressione, un atto di censura, insomma. Proprio in seguito alla sospensione di Trump da Twitter, molti tra i suoi seguaci e tra coloro che non avevano condiviso la scelta del social network si sono spostati su Parler. Ma in poco tempo, la app è stata rimossa dagli store di Google e di Apple, e non è ancora tornata online. I colossi della comunicazione online contro l’ex Presidente.

Donald Trump bannato a vita da Twitter
Uno dei tweet di Donald Trump il giorno dell’assalto a Capitol Hill

Chissà come reagirà Trump, che in questi giorni è sottoposto ad una procedura di impeachment da parte del Senato statunitense, sempre per i fatti del 6 gennaio a Capitol Hill che, lo ricordiamo, hanno causato la morte di quattro persone, diversi feriti e una cinquantina di arresti, e saranno ricordati come la pagina più buia della democrazia americana. Un episodio gravissimo, che però come ha dichiarato Barack Obama nell’intervista a Fabio Fazio, non deve essere cancellato. «Dobbiamo stamparcelo nella mente, deve ricordarci che la democrazia non è un dono che viene dal cielo».

Articoli correlati

Saldi invernali 2021: il calendario con le date di inizio per ogni regione

Redazione Moda

Call4Margherita: Claudia Gerini madrina della campagna di ActionAid a sostegno dei centri antiviolenza

Redazione

L’Albero dei Bauli, simbolo dei lavoratori dello spettacolo, si accende anche a Roma

Redazione

Lascia un commento