Wondernet Magazine
MODA

Lisa Corti, la FW24 si ispira ai tessuti Kente realizzati a mano in Ghana

Lisa Corti, la collezione FW24 ispirata ai tessuti Kente del Ghana
Lisa Corti accende l’inverno con i colori della FW24 che si ispira agli antichi tessuti Kente realizzati a mano in Ghana. Fiori accostati a disegni tribali!

Lisa Corti con la FW24 ci porta in Ghana! Per la collezione, la maison si è ispirata agli antichi tessuti Kente, realizzati a mano in Ghana dai popoli Ewe e Ashanti per confezionare i vestiti tradizionali. L’ispirazione? I loro disegni geometrici creati da trame intrecciate.

Come sempre, però, la Corti ama dar vita a combinazioni sorprendenti. Facendo incontrare motivi geometrici ed elementi floreali. Così i classici soggetti fiorati della maison sono accostati ai disegni tribali e reinterpretati con le stoffe a stampa wax, i coloratissimi tessuti di cotone tinti a cera tipici dell’Africa Occidentale.

Lisa Corti, la collezione FW24 ispirata ai tessuti Kente del Ghana
Lisa Corti, la collezione FW24 ispirata ai tessuti Kente del Ghana – wondernetmag.com

Un esempio? La stampa Ewe Tulip, protagonista di collezione, che riadatta l’iconico crazy tulip del brand all’estetica della stampa wax. Il fiore sembra quasi smaterializzarsi in un andamento fitto e regolare, mentre sullo sfondo una trama di righe crea un movimento ondulatorio. La stampa è declinata in tre audaci e vibranti colori a contrasto che richiamano i tessuti africani. Ovvero grigio blu con fiori arancio, magenta con fiori pavone e pavone con fiori magenta.

Lisa Corti FW24

Dunque una stampa raffinata in bamboo silk per l’elegante Fresia Dress e per l’iconica Gatsby Shirt che abbinata ai Buma Pants è emblema dell’eleganza effortless dello stile Lisa Corti. Invece la stampa Ashante Stripes, con le sue linee nette contrasto tra nero e crema, veste di eleganza essenziale i capi più tradizionali.

Lisa Corti, la collezione FW24 ispirata ai tessuti Kente del Ghana
Un modello della la collezione FW24 di Lisa Corti – wondernetmag.com

Dalla rigorosa Jhodpuri Jacket alla iperfemminile Cicle Skirt, dal sofisticato Tiblisi Gilet all’iconico spolverino Long Open Duster. Tutti in pura lana per celebrare la stagione più fredda senza rinunciare allo stile. Nella FW24 di Lisa Corti è presente anche una inusuale tinta unita a creare fil rouge fra stampe più variopinte e quelle più neutre.

Lisa Corti, la collezione FW24 ispirata ai tessuti Kente del Ghana
Un altro capo della la collezione FW24 di Lisa Corti ispirata ai tessuti Kente del Ghana – wondernetmag.com

Dall’elegante chiffon velvet in lampone, olio d’oliva e caffè, alla raffinata seta grezza in oro, viola e magenta, il solid color è il complemento ideale per un eclettico gioco di contrasti con stampe più strutturate e dà il via ad infiniti accostamenti.

Lisa Corti, la collezione FW24 ispirata ai tessuti Kente del Ghana
Una delle borse della collezione FW24 di Lisa Corti – wondernetmag.com

L’estro della Corti accende l’inverno di colori puri e lo scalda con tonalità terrose esaltati dal lavoro sartoriale e dalla colorazione artigianale dei maestri indiani che donano unicità.

Articoli correlati

L’abito più green sul red carpet di Venezia 80 indossato da Margot Sikabonyi

Redazione Moda

Mediterranea: a Milano Moda Uomo la seconda edizione dell’evento dedicato al beachwear

Paola Pulvirenti

Versace, la collezione Pre-Fall 2022 è un ritorno ai primi anni 2000

Redazione Moda

Lascia un commento