Wondernet Magazine
NEWS

Gina Lollobrigida, addio alla “Bersagliera” del cinema

È morta Gina Lollobrigida, addio alla "Bersagliera" del cinema italiano
È morta oggi Gina Lollobrigida, diva del cinema soprannominata “La Bersagliera”, all’età di 95 anni. L’attrice era ricoverata a Roma dopo una frattura al femore riportata in una caduta accidentale in casa lo scorso settembre

“La Bersagliera” Gina Lollobrigida è morta all’età di 95 anni dopo una carriera longeva e ricca di successi. Gina Lollobrigida è stata una diva senza veli, senza timore nel raccontare anche verità scomode. Nella sua lunga carriera ha collezionato sette David di Donatello, due Nastri d’Argento e i titoli di Grande ufficiale della Repubblica italiana e Cavaliere della Legion d’onore francese. Scopriamo insieme la carriera di Gina Lollobrigida e i film che ne hanno decretato il successo internazionale.

Addio a Gina Lollobrigida: una vita di successi tra cinema e arte

Gina Lollobrigida, icona del cinema e sex symbol italiano, ci ha lasciati oggi 16 gennaio all’età di 95 anni. All’anagrafe Luigia Lollobrigida nasce a Subiaco (Roma) nel 1927, figlia di agiati borghesi ridotti quasi alla povertà dai bombardamenti alleati sulla sua regione. Trasferitasi a Roma, Gina si paga parte degli studi all’istituto di Belle Arti vendendo disegni e caricature e comparendo in qualche fotoromanzo.

È morta Gina Lollobrigida, addio alla "Bersagliera" del cinema italiano

Nel 1947 partecipa a Miss Italia a Stresa dove arriva seconda ma conquista il pubblico e i giudici che ne intuiscono il talento e ammirano la bellezza. In pochi sanno che il successo di Gina Lollobrigida come attrice arriva prima all’estero, in America, e poi, in Italia. Il primo regista ad apprezzare il suo talento fu Howard Hughes che nel 1950 la porta a Los Angeles ma la diva italiana capisce che quello non è il suo ambiente e ritorna a Roma. Qui lavora con Pietro Germi (“La città si difende) e con Carlo Lizzani (“Achtung banditi”).

È morta Gina Lollobrigida, addio alla "Bersagliera" del cinema italiano

Il successo in Italia arriva con il trionfale “Pane amore e fantasia” di Luigi Comencini nel 1953 al quale seguirà il ruolo della fata Turchina delle Avventure di Pinocchio per la tv. Tra i ruoli più celebri interpretati da Gina Lollobrigida, ricordiamo la magnifica Esmeralda in coppia con Anthony Quinn ne “Il gobbo di Notre Dame”. Ma non solo. Il suo ruolo da protagonista in “La donna più bella del mondo” in coppia con Vittorio Gasmann le fa vincere il suo primo di sei David di Donatello. In seguito la diva decide di lasciare il cinema per cimentasi nella fotografia e nella pittura diventando celebre nella ritrattistica. 

Gina Lollobrigida: la battaglia legale e il difficile rapporto familiare

Negli ultimi anni Gina Lollobrigida ha fatto parlare di sé per le battaglie familiari. Il figlio e il nipote della diva, Andrea Milko e Dimitri Skofic, hanno accusato il manager della madre, Andrea Piazzola, di averla raggirata sottraendole buona parte della sua fortuna. Il processo ai danni del manager ha decretato il suo rinvio a giudizio per circonvenzione di incapace.

È morta Gina Lollobrigida, addio alla "Bersagliera" del cinema italiano

Ma il processo non si è ancora concluso. In questi anni la Lollobrigida non aveva più rapporti con suo figlio e ultimamente si era allontanata anche da suo nipote. Di questa scelta, la famiglia ha sempre ritenuto colpevole il suo manager Piazzolla. Ora, dopo la sua morte, in tribunale resteranno la famiglia e il factotum Andrea Piazzolla a contendersi la verità.

Articoli correlati

Morto a 41 anni Virgil Abloh, direttore artistico di Louis Vuitton e fondatore di Off-White

Laura Saltari

Donald Trump e Melania in quarantena: entrambi positivi al Covid-19

Redazione

Olivia Newton-John, addio all’indimenticabile Sandy di “Grease”

Redazione

Lascia un commento