Wondernet Magazine
Libri

Premio Strega 2022: Mario Desiati è il vincitore con il libro “Spatriati”

Mario Desiati, vincitore del Premio Strega 2022
Il vincitore della 76esima edizione del Premio Strega è lo scritto pugliese Mario Desiati, autore del libro “Spatriati”, pubblicato da Einaudi.

Mario Desiati è il vincitore del Premio Strega 2022. Un’edizione che resterà nella storia del più ambito riconoscimento letterario italiano per essere stata la prima con 7 autori in finale.

Il suo ultimo romanzo, “Spatriati“, pubblicato da Einaudi, ha trionfato su Claudio Piersanti, autore di “Quel maledetto Vronskij”, Marco Amerighi con “Randagi”, Veronica Raimo con “Niente di vero”, Fabio Bacà con “Nova” , Alessandra Carati con “E poi saremo salvi” e Veronica Galletta, autrice di “Nina sull’argine”.

Premio Strega 2022, vince Mario Desiati

Mario Desiati ha vinto la 76esima edizione del Premio Strega con 166 voti su 537Un premio letterario nato nel 1986 dalla Fondazione Bellonci, che si svolge ogni anno premiando i migliori libri pubblicati in Italia tra il 1 marzo dell’anno precedente e il 28 febbraio dell’anno in corso.

Mario Desiati, vincitore del Premio Strega 2022

Quest’anno la serata è stata presentata, ancora una volta, da Geppi Cucciarigiovedì 7 luglio dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma.

Mario Desiati, vincitore del Premio Strega 2022

«Dedico questo riconoscimento a Mariateresa Di Lascia, che vinse qui nel 1995, pugliese come me, e a tutti i lavoratori dell’editoria italiana», ha rivelato Mario Desiati, rinunciando alla classica foto con la bottiglia del liquore per poterla stappare nella sua amata terra, «vicino a dov’è ora Alessando Leogrande», l’amico scrittore morto nel 2017 a soli quarant’anni.

“Spatriati”

Spatriati” racconta di Claudia, che entra nella vita di Francesco in una mattina di sole, nell’atrio della scuola. È un colpo di fulmine, la nascita di un desiderio tutto nuovo, un desiderio di vita. Cresceranno insieme, bisticciando come l’acqua e il fuoco, divergenti e inquieti. Lei spavalda e sempre in fuga, lui schivo ma bruciato dalla curiosità. Sono due spatriati, irregolari, o semplicemente giovani. Un romanzo sull’appartenenza e l’accettazione di sé, sulle amicizie tenaci, su una generazione che ha guardato lontano per trovarsi.

 

 

Articoli correlati

Meghan Markle trema: arriva il libro verità della sorellastra Samantha con rivelazioni scomode

Valeria Torchio

Francesca De Sanctis ci racconta “Una storia al contrario”

Alessia de Antoniis

“Le nostre verità”: l’autobiografia di Kamala Harris, prima vicepresidente donna degli Stati Uniti

Valeria Torchio

Lascia un commento