Wondernet Magazine
MODA NUOVI ARTICOLI

Gucci AH AH AH, la collezione creata a quattro mani da Alessandro Michele ed Harry Styles

Gucci HA HA HA, la collezione a quattro mani di Alessandro Michele ed Harry Styles
Gucci ha svelato AH AH AH, una collezione realizzata da Alessandro Michele insieme alla super pop star Harry Styles. Il nome, che nasce dalla crasi delle iniziali di “Harry” e “Alessandro”, è anche il suono onomatopeico della risata

L’amicizia tra Alessandro Michele e Harry Styles risale a molti anni fa, all’epoca dell’inizio della loro carriera da solisti. Il primo aveva debuttato come direttore creativo di Gucci, mentre il secondo, lasciati gli One Direction, aveva pubblicato il suo primo album.

Un rapporto di amicizia e complicità, quello tra Alessandro Michele ed il cantautore e attore britannico Harry Styles, che nel tempo si è consolidato. Più volte Styles ha indossato abiti e accessori Gucci, come in occasione del celebre servizio fotografico per Vogue o dei Brit Awards 2021 dove ha indossato un look rétro anni ’70 dalla collezione “Aria” di Gucci, ed è stato uno dei testimonial della campagna Beloved. 

Gucci AH AH AH, la collezione di Alessandro Michele ed Harry Styles

Ora questa grande amicizia è sfociata in una collezione a quattro mani. «Il percorso è stato facile e velocissimo perché ci conosciamo benissimo. E la collezione sembra quella di un lord inglese che si è trasformato in una rock star». Queste le parole del direttore creativo di Gucci durante la presentazione della collezione, che sarà in vendita a partire da ottobre.

«Un miscuglio di estetica pop anni Settanta, di spirito bohémien, di revisione dell’immaginario del gentleman in un ricordo ribaltato della sartorialità maschile». Così Alessandro Michele riassume la collezione nata dalla collaborazione con Harry Styles.

Sono molti dunque gli aspetti della sartorialità inglese trasformati in accenti romantici di una nuova accezione della mascolinità. Come l’utilizzo del principe di Galles per costruire cappotti doppio petto, le giacche dai dettagli dei bottoni ricoperti o le camicie con i bottoni in madreperla. Accanto ai completi dal taglio sartoriali e agli abiti in velluto tinto in modo irregolare ci sono i pantaloni svasati e le camicie bowling,  cappotti con cappuccio foderati e chiusi da alamari, kilt scozzesi, completi in denim delavé. Tanti dettagli per affermare e sottolineare l’incontro tra le creatività dei due, in una collezione giocosa che nasce da un dialogo ed è l’espressione complice di un’amicizia.

Articoli correlati

“Emily in Paris”: la prima collezione moda ispirata alla serie Netflix

Redazione Moda

Zara entra nel metaverso con la capsule collection “Lime Glam”

Redazione Moda

Reebok x Victoria Beckham, la nuova collezione Primavera Estate 2020

Redazione

Lascia un commento