Wondernet Magazine
Scarpe

Valentino Garavani Roman Stud Turtle, il sandalo genderless per la Primavera-Estate 2022

Valentino, i sandali Roman Stud Turtle SS22
In una perfetta contrapposizione tra moda e tecnologia, i sandali Valentino Garavani Roman Stud Turtle segnano un’ulteriore risignificazione dei codici della Maison

In occasione della sfilata Rendez-Vous Spring/Summer 2022, la maison diretta da Pierpaolo Piccioli ha presentato i sandali Valentino Garavani Roman Stud Turtle.

Un nuovo modello genderless, che segna un’ulteriore evoluzione della famiglia Roman Stud, con una reinterpretazione contemporanea dell’iconica Stud.

Valentino, i sandali Roman Stud Turtle SS22

Valentino Garavani Roman Stud Turtle

I nuovi sandali Valentino sono Realizzati in EVA. Si tratta di una gomma morbida iperleggera che consente di abbracciare il piede senza però appesantirne il movimento. Offrono dunque comfort, unito all’inconfondibile stile della maison.

Le stud continuative creano una texture tridimensionale e rilassata che evoca la dimensione urbana e casual che parla il vero linguaggio Valentino. I nuovi sandali genderless Valentino saranno disponibili in quattro varianti colore.

Sarà possibile provarli in realtà aumentata

Per il lancio, previsto ad aprile 2022, la Maison collaborerà con WANNA – azienda leader mondiale nello sviluppo di soluzioni e tecnologie digitali ed immersive per il settore del lusso e moda – nella creazione di un’esperienza di try-on in realtà aumentata.

Valentino, i sandali Roman Stud Turtle SS22

Tale soluzione consentirà agli utenti di provare virtualmente i nuovi sandali Valentino, sull’app e sul sito Valentino. Per la prima volta in assoluto, dunque, si potrà provare una calzatura open toe anche in realtà aumentata.

Articoli correlati

Louis Vuitton X Nike Air Force 1: all’asta da Sotheby’s le sneakers firmate da Virgil Abloh 

Redazione Moda

Balenciaga mette il tacco alle Crocs con un modello extra lusso e super glam

Paola Pulvirenti

Chiara Ferragni, le nuove sneakers Eyelike per l’Autunno 2021

Eleonora Gandaglia

Lascia un commento