Wondernet Magazine
INTERVISTE

Ludovica Di Donato: «Sono stata vittima di bullismo, ma ho fatto pace con la donna che sono diventata»

Ludovica Di Donato, intervista all'attrice nel cast di "Tutti parlano di Jamie"
Attrice, affermata e seguita TikToker, Ludovica Di Donato approda per la prima volta al musical, pronta al debutto in “Tutti parlano di Jamie”, al fianco di Giancarlo Commare, in scena al Teatro Brancaccio dall’8 marzo 2022

Domani Ludovica Di Donato debutterà nel suo primo musical nonostante la sua formazione da attrice di prosa, a cui ha dovuto raccontare che era in grado di fare anche quello: recitare, cantare e danzare, come se lo avesse fatto da sempre.

La versatilità per un attore, si sa, è tutto e Ludovica, attrice romana e beniamina di TikTok, dove ha spopolato con centinaia di video interpretando decine di personaggi divenuti virali, ne ha da vendere.

Ludovica Di Donato pronta al debutto nel musical “Tutti parlano di Jamie”

Attualmente Ludovica è alle prese con “Tutti parlano di Jamie”, musical manifesto dell’inclusività che debutterà al Teatro Brancaccio da domani, 8 marzo 2022. Nel lavoro diretto dal regista Piero Di Blasio, Ludovica è Rey, amica della madre di Jamie interpretata da Barbara Cola, mamma del protagonista sui tacchi a spillo di cui Giancarlo Commare veste i panni.

Le origini e la formazione artistica di Ludovica Di Donato

Il suo primo video era un lipsync con la voce di Tina Cipollari, ma è ad un audio di Ernico Brignano che deve la sua popolarità. Ma Ludovica Di Donato non nasce dai social. Non tutti sanno in realtà, che Ludovica ha dedicato la sua vita alla recitazione, partendo dagli studi e diplomandosi all’Accademia Internazionale d’Arte Drammatica del Teatro Quirino Vittorio Gassman di Roma. Recita per la serie “Le Coliche” e in tante produzioni teatrali, a cui si aggiungono molteplici apparizioni televisive. Il tutto conseguendo anche una Laurea Magistrale in Giurisprudenza e un master in Digital Specialist.

Ludovica Di Donato, intervista all'attrice nel cast di "Tutti parlano di Jamie"

Dal 7 marzo è anche tra gli ospiti di “Uomo delle Stelle”, la prima serie comedy sul mondo dell’enogastronomia, diretta da Alessandro Guida e in onda su SkyUno e NowTV.

L’intervista a Ludovica Di Donato, pronta al suo primo musical

Wondernet Magazine ha incontrato Ludovica Di Donato, pronta a tuffarsi in questa nuova avventura dal vivo, come una delle protagoniste del musical ispirato al fenomeno globale di Jamie Campbell.

Hai raccontato di aver subito bullismo e anche del coming out di tua sorella. Hai fatto pace con quella bambina seduta nel banco all’angolo di cui hai parlato?

Ludovica Di Donato: Non ho dovuto far pace con niente in realtà, perché di fatto non ho litigato con nessuno. Vi racconto prima di mia sorella, di quando mi ha rivelato la sua omosessualità. Le stavo facendo compagnia in bagno, e lei mi ha chiesto: “ma sei io ti dicessi che mi piacciono le donne?” e io le ho risposto “ma che ne so… ma lo sai che io ho fumato la mia prima sigaretta?” e lei, di contro, mi ha risposto a sua volta, “ma hai aspirato?”. Ecco, la nostra conversazione è andata così, in modo estremamente naturale.

Ludovica Di Donato, intervista all'attrice nel cast di "Tutti parlano di Jamie"

E quella bambina che fine ha fatto?

Ludovica Di Donato: Non so se ho fatto pace con quella bambina che ha subito bullismo. Sicuramente mi sono riappacificata con quei bambini che mi prendevano in giro, forse un po’ meno con l’insegnante, perché da adulti potevano farsi valere di più e aiutarmi un po’ di più. Ero una bambina “diversa”, ma non so esattamente per quale motivo. Però diciamo che, nel contesto di quegli anni e di quella classe, ero sicuramente un soggetto differente anche da quelle che erano le mie compagne di scuola.

Ora come va?

Ludovica Di Donato: Ora ho fatto pace con la donna che sono diventata e l’ho fatto durante il lockdown, quando ho avuto la possibilità di chiudere le porte e rimanere con me stessa, lasciando fuori tutte quelle persone a cui io sentivo di dover dimostrare qualcosa e di rendergli conto in qualche modo. Il bullismo in qualche modo aveva “viziato” la mia crescita, perché ero una persona che doveva a tutti i costi affermare quanto era brava e quanto era sul pezzo, in tutto! Poi ad un certo punto ho detto “Ma sai che c’è? Ma vaff…!!!” e li è cambiato tutto. Letteralmente.

Ludovica Di Donato, intervista all'attrice nel cast di "Tutti parlano di Jamie"

Che pregiudizio ha un’attrice di prosa che si incontra e si scontra con il musical?

Ludovica Di Donato: In realtà il mio non era un pregiudizio, era più una paura. Un punto di domanda. Il timore di andare incontro ad un altro tipo di stile, completamente diverso da quello che ero in realtà abituata a fare. La prosa è fatta di testo, battuta, personaggio, corpo, psicologia. Qui invece c’è la musica, la coreografia, un tipo di struttura che è completamente diversa dalla prosa. Avevo paura di rimanere un po’ più superficiale e di dover cambiare il mio modo di recitare, che in realtà è fortemente di prosa e che spesso mi ha reso anche vulnerabile. Avevo timore che il musical mi ingabbiasse in una struttura in cui, in realtà, non mi ci sono sentita costretta.

Nel musical sei “una donna con gli attributi”. Cos’è per te “avere gli attributi”?

Ludovica Di Donato: Mi sono spesso sentita una donna con gli attributi e ora più che mai. Perché sono centrata nelle mie radici e difficilmente mi smuovo. In questo trovo la forza di restare e fuggo la paura di scappare dai problemi, perché in fondo non esistono problemi, esistono sempre soluzioni.

Articoli correlati

Dome Fashionistas, il progetto moda di due giovanissime unisce Italia e Qatar

Laura Saltari

Stella Egitto: «La felicità non è la perfezione, sarebbe una noia mortale»

Anna Chiara Delle Donne

Emanuela Grimalda: “Torno in TV nel ruolo di una mamma imperfetta, ma in teatro spiego al pubblico quanto le donne assomiglino a Dio”

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento