Wondernet Magazine
MODA

Armani Exchange: a Milano il primo negozio, nel segno della ripartenza

Armani Exchange apre il primo negozio a Milano
A|X Armani Exchange, il marchio nato nel 1991 a New York, approda in Italia, con il primo negozio a Milano, a pochi passi da piazza San Babila

Alla vigilia della Milano Fashion Week che segna il suo ritorno alle sfilate fisiche, Armani ha annunciato l’apertura a Milano dello store A|X Armani Exchange.

Il marchio, lanciato nel 1991 a New York, approda dopo più di trent’anni in Italia, con il suo primo negozio, il più grande e rappresentativo d’Europa.

Giorgio Armani: «Milano, il centro del mio mondo»

E come ha rivelato il Re della Moda: «Ogni progetto che riguarda Milano, per me, ha un significato speciale. Il mio mondo non ha confini, ma il suo centro è qui. Questa apertura rappresenta un passo importante nella storia del Gruppo Armani e nell’evoluzione di A|X Armani Exchange, la linea nata nel 1991 e da sempre in sintonia con il mondo dei giovani, il più dinamico dei marchi del nostro portfolio. Corso Vittorio Emanuele II mi è sembrato il luogo perfetto per l’apertura del primo negozio in Italia: un’arteria il cui potere di richiamo per generazioni diverse di consumatori perdura nel tempo, il cui fascino attira un pubblico eterogeneo per età, provenienza, inclinazioni».

Armani Exchange apre il primo negozio a Milano
Courtesy of Giorgio Armani©

«L’atemporalità, per me, è importante, così come l’inclusione, che qui si realizza appieno», prosegue Giorgio Armani. «Sono orgoglioso di questo nuovo spazio, non solo perché è il più grande tra quelli aperti in Europa, ma perché testimonia il dialogo costante con la gente, al quale tengo oggi più che mai».

A|X Armani Exchange, il primo negozio in Italia nel cuore di Milano

Lo spirito inclusivo e democratico è evidenziato dalla scelta della location. Il primo negozio italiano di A|X Armani Exchange sorge infatti in Corso Vittorio Emanuele II, a pochi passi da piazza San Babila. Un luogo da sempre meta di shopping e di aggregazione multigenerazionale. Anche il team del negozio è stato selezionato in modo dinamico. La ricerca di personale è stata pubblica e aperta a tutti. Le selezioni sono avvenute attraverso un’attività di affissioni e una campagna social, con lo slogan “I need you”.

Lo store nel segno della sostenibilità

Parte di un edificio ideato da Giò Ponti, nel quale si inserisce in modo armonico, lo store Armani Exchange, progettato da Giorgio Armani con il suo team di architetti, è essenziale ma ad alto impatto visivo. La facciata, caratterizzata da un movimento ad angolo, colpisce con le tre grandi vetrine allestite sulle quali campeggiano le iniziali luminose A e X.

Armani Exchange apre il primo negozio a Milano
La facciata del negozio A|X Armani Exchange a Milano – Courtesy of Giorgio Armani©

Lo spazio si estende su due livelli per una superficie complessiva di circa 480 metri quadri. Fluido ed efficace, si basa su una scelta essenziale di colori e materiali. I listelli di rovere, elemento distintivo del linguaggio minimalista di Armani, definiscono l’ambiente rivestendo le pareti a tutta altezza. Filtrano la luce, mentre offrono sostegno ai piani di appoggio dei prodotti. Il pavimento ha un effetto pietra, il soffitto ha un aspetto tecnico con gli impianti a vista, mentre il vetro trasparente è usato per l’ascensore e le scale che collegano i due piani. Un nastro led nero, infine, corre sulla parte alta delle pareti per tutto il perimetro dello store, convogliando informazioni grafiche e logo.

Armani Exchange apre il primo negozio a Milano
L’interno del negozio A|X Armani Exchange a Milano – Courtesy of Giorgio Armani©Courtesy of Giorgio Armani©

L’intero progetto è stato concepito in modo da ridurre al minimo l’impatto ambientale, dalla scelta dei materiali, alle finiture e ai rivestimenti fino all’illuminazione. I materiali, dal metallo al vetro, sono facilmente smontabili, riutilizzabili e riciclabili. Le ceramiche sono prodotte con una percentuale di materia riciclata tra il 20 e il 40%. Il legno e i rivestimenti provengono da foreste certificate FSC (Forest Stewardship Council). Il sistema di illuminazione, con tecnologia LED di ultima generazione, è stato studiato per contenere gli sprechi.

Sistemi e tecnologie d’avanguardia rendono unica l’esperienza di shopping presso il negozio milanese Armani Exchange: grandi videowall, “Smart Check Out” e “POS in mobility” per dinamizzare i pagamenti. La connessione con la musica è esplorata in un’area destinata alla presentazione di progetti speciali.

 

Articoli correlati

Max Mara veste il corpo di ballo della Fenice di Venezia per il Concerto di Capodanno 2022

Paola Pulvirenti

Morto a 41 anni Virgil Abloh, direttore artistico di Louis Vuitton e fondatore di Off-White

Laura Saltari

Fendi: nella capsule Estate 2021 l’iconico logo FF diventa psichedelico

Paola Pulvirenti

Lascia un commento